Lo scrittore Brent Underwood ha realizzato un piccolo esperimento per testare l’efficacia dell’algoritmo di posizionamento di Amazon. Ha scritto un finto libro (una pagina con la foto del suo piede) ne ha acquistato 3 copie, due per sé e una per sua madre, e in poche ore “l’opera” era al primo posto nella classifica dei bestseller.

Il risultato dell’esperimento mette in luce le falle dell’algoritmo, certo, ma anche quanto sia diventata importante la cura dei metadati e delle parole chiave per il buon posizionamento di un libro online. Infatti, Underwood, oltre a scrivere letteralmente un libro con i piedi, ha avuto cura di inserirlo in una sotto-categoria non molto popolare, “Massoneria”, in cui anche con una manciata di vendite si può risalire le classifiche di vendita.

I metadati sono l’insieme delle informazioni che vengono estrapolate da un libro affinché venga catalogato nelle librerie online. Ogni rivenditore utilizza i propri standard, ma in linea di massima è importante segnalare:

Tutti questi dati hanno un ruolo importante sia per la Reperibilità di un libro (per fare in modo che appaia tra i risultati delle ricerche dei lettori), sia per la sua Visibilità (ovvero, per fare in modo che venga “scoperto” anche quando il lettore in questione è alla ricerca di argomenti correlati al tema del vostro libro e non del titolo specifico).

In un’epoca di sovrabbondanza di libri e informazioni, giocare su entrambi i fronti diventa fondamentale. Secondo una studio Nielsen del 2012, ma valido oggi e credo ancora di più per il futuro, esiste una stretta correlazione tra metadati e performance di vendita.

MetadataSelling

Gli strumenti più potenti che gli scrittori hanno a disposizione per scegliere le giuste parole chiave da assegnare al proprio libro online, sono i motori di ricerca dinamici (Google, Amazon, LibraryThing). Questi consentono di individuare quali sono le parole o le frasi più utilizzate dagli utenti per le loro ricerche. Basta iniziare a digitale una parola nella casella di ricerca, che il motore la completerà con una serie di possibili termini correlati. Su Amazon, in particolare, è possibile affinare la selezione delle keyword per genere letterario.

Ecco un esempio estratto da Just Publishing Advice.

search

Amazon non da alcuna informazione su quanto spesso, o quante volte è stata ricercata una frase, ma che sia elencata è già un buon segno. Assicuratevi di stare cercando nella categoria più adatta per il vostro libro, così, una volta che avete una lista, potrete vedere anche il numero totale di libri che sono in competizione con il vostro in base ai termini che avete scelto. Se questo numero è molto elevato, avete realmente bisogno di affinare la vostra ricerca per sotto-generi.

Un numero maggiore di 1000 competitor, significa che dovrete lottare per apparire in una posizione elevata della classifica. Viceversa, se la parola chiave ritorna risultati al di sotto dei 1000 titoli, le possibilità che il vostro libro venga scoperto tra i risultati di ricerca aumentano drasticamente.

categories

Vendere ebook: i trucchi per apparire nella Top-100 di Amazon ultima modifica: 2016-03-14T19:53:46+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!