Lo scorso febbraio Kobo ha lanciato un nuovo servizio di lettura in abbonamento, sviluppato in collaborazione con Bol.com per il pubblico di Olanda e Belgio. Kobo Plus da accesso ad un catalogo di 40mila ebook, sia in lingua olandese che internazionali, al costo di 9,99 euro al mese.

Con questa mossa il distributore conferma di essere il concorrente più diretto di Amazon, infatti, ci si aspetta che l’iniziativa, dopo un periodo di rodaggio, assuma un carattere ancora più internazionale e che molti altri editori ne prendano parte. Intanto, tra le opzioni di distribuzione disponibili per gli autori di Kobo Writing Life, servizio di self-publishing di Kobo, ha fatto la sua comparsa la voce “Kobo Plus” e sia Draf2Digital che StreetLib hanno già aperto questo nuovo canale per i propri autori.

Secondo StreetLib si tratta di un’opportunità da non perdere, vista la costante crescita della domanda dei servizi di lettura in abbonamento, e di un’ottima scusa per pensare alla versione tradotta dei propri libri. Ma la vera novità sta nel fatto che per entrare nel circuito di Kobo Plus agli autori non è richiesta alcuna esclusiva, a differenza di quanto accade su Amazon.

Una volta attivata la distribuzione in abbonamento del proprio ebook su Kobo, è necessario soltanto che il titolo rimanga all’interno del catalogo per un minimo di 6 mesi, senza per questo doverlo escludere dalle altre librerie online.

Condizioni

KoboL’Editore può definire gli eBook come eBook su abbonamento indicandoli come tali nell’eBook Metadata attinente. Qualsiasi eBook reso disponibile in questo modo resterà a disposizione per un periodo di almeno sei (6) mesi. Dopo tale periodo, l’Editore potrebbe, con non meno di trenta (30) giorni di preavviso scritto a Kobo, rimuovere gli eBook su abbonamento dal Servizio di abbonamento modificando l’eBook Metadata di conseguenza.

AmazonI Libri Digitali inclusi in KDP Select saranno inseriti automaticamente nei Programmi Kindle in abbonamento ed in Kindle Owners’ Lending Library.
(…) Una volta inserito il Libro Digitale in KDP Select, questo rimarrà in KDP Select per un periodo di 90 giorni. La partecipazione del vostro Libro Digitale a KDP Select si rinnoverà per periodi successivi di 90 giorni ciascuno, salva la vostra disdetta attraverso il sito web di KDP prima del rinnovo.
(…) Durante tutto questo periodo di esclusiva, non potrete vendere, distribuire o concedere a terzi il diritto di vendere o distribuire il vostro Libro Digitale (o un libro sostanzialmente simile), in formato digitale in qualsiasi territorio in cui disponete dei diritti
.

Inoltre, il servizio Kobo Plus opera su un modello di fair-share, con pagamenti finanziati dalle entrate degli abbonamenti, che incentiverebbe editori e autori ad offrire la più ampia selezione di libri sul lungo termine.
Vediamo perché e quali sono le differenze tra Kobo e Amazon anche sotto l’aspetto economico.

Royalty

Koboha l’obbligo di pagare all’Editore un importo (relativo a ogni eBook su abbonamento letto durante tale mese, escludendo i periodi di prova) corrispondente al prodotto di: (A) Prezzo di listino moltiplicato per (B) il numero di volte che ogni eBook su abbonamento viene segnato come letto (20% del contenuto, ndr), moltiplicato per (C) il Fattore prezzo, moltiplicato del 60%.

Il fattore di prezzo è definito ogni mese da Kobo in base al numero complessivo di abbonamenti a Kobo Plus, al numero dei libri letti e ai prezzi di listino dei libri (Fonte: StreetLib).

KDP SelectNoi creeremo un fondo mensile e voi avrete la possibilità di ricevere una quota di questo fondo per i clienti che leggono i vostri Libri Digitali inclusi nei Programmi Kindle in abbonamento e Kindle Owners’ Lending Library. Distribuiremo parti del fondo nei marketplace in cui sono disponibili i programmi e guadagnerete una quota del fondo mensile in base alla quantità del vostro contenuto letta dai clienti in ogni marketplace. Le quote così calcolate rappresentano l’importo complessivo delle vostre Royalty per l’accesso dei clienti ai vostri Libri Digitali tramite i Programmi Kindle in abbonamento e Kindle Owners’ Lending Library. Stabiliremo a nostra esclusiva discrezione i criteri per determinare la porzione letta dei vostri contenuti e la distribuzione proporzionale del fondo.

E qui si iniziano ad intravedere alcuni di quegli aspetti della distribuzione esclusiva che fanno un po’ storcere il naso, ovvero, se un distributore decide di cambiare le regole secondo i propri interessi o semplicemente smette di offrire degli incentivi, non c’è nulla che l’autore possa fare almeno finché non scadranno i termini dell’accordo.
Che è poi esattamente ciò che è accaduto quando Amazon ha deciso di passare da un modello di pagamento basato sulla pecentuale dei contenuti letti ad uno basato sul numero di pagine lette, rivedendo al ribasso le percentuali di guadagno destinate agli autori.

Cosa scegliere?


La verità, come sostiene Kevin Tumlinson su Draft2Digital, è che ci sono motivi validi per scegliere sia l’esclusiva che l’ampia distribuzione.

Se si dispone di un solo libro, per esempio, un programma come KDP Select permette di accedere all’immenso bacino di abbonati del servizio di lettura Kindle Unlimited e di recuperare le perdite chiedendo ai lettori recensioni o di diffondere il passaparola.

D’altra parte, se il vostro obiettivo è un successo sul lungo termine, allora sarebbe meglio evitare il richiamo dell’esclusività; soprattutto se siete intenzionati a costruire una solida piattaforma online per non dipendere da un unico servizio o flusso di reddito. Va ricordato, infatti, che registrandosi su Kindle Select, non solo non si potrà distribuire il proprio libro su piattaforme di terze parti, ma nemmeno sul proprio blog o sito web.

Però, nulla vieta di iniziare pubblicando i propri libri in KDP Select e poi gradualmente spostarli nell’ampia distribuzione, dopo il termine dei 90 giorni. In realtà, questa potrebbe essere una grande strategia per raggiungere un nuovo pubblico, avendo già una base di lettori alle spalle. Scrive Tumlinson: “Dopo tutto, nessuno ha mai detto non vedo l’ora di iniziare una carriera di scrittore e di essere letto solo da persone che si iscrivono ad uno specifico servizio”.

La cosa importante è decidere che tipo di carriera si sta cercando di costruire e quale strategia vi avvicina di più ai vostri obiettivi. Siete d’accordo?
Quale tra questi tipi di distribuzione pensate sia più vantaggiosa secondo la vostra esperienza?

Kobo Plus vs Kindle Select: pro e contro della distribuzione esclusiva ultima modifica: 2017-06-16T10:43:41+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!