In principio erano i booktrailer, poi sono arrivate le animazioni e infine i live streaming, in pochi anni in pratica si sono moltiplicate le tipologie di video attraverso cui promuovere un libro e soprattutto i canali di distribuzione. Sembra quasi che Youtube sia un residuo del passato. Ma è proprio così?

Ad illuminarci sul tema oggi sarà un illustre ospite e collega 😉
Rodolfo Monacelli, consulente di marketing editoriale e fondatore di Vendereunlibro.com.

Questo articolo non vi farà vedere come creare video online o come creare un canale youtube (è semplicissimo ed esistono centinaia di guide e articoli sull’argomento, basta che fare un giro su Google), ma quali sono le strategie più utili per avere successo su questa piattaforma. Non è neanche una guida su come diventare famosi su youtube: infatti, il vostro intento non è quello di diventare una youtuber star o un influencer con un pubblico di dodicenni, ma di farvi notare dal pubblico che è interessato agli argomenti del vostro libro. Bene, cominciamo?

Perché promuovere un libro su Youtube

L’introduzione dei video su Facebook è stata una grande innovazione, se ne parla ovunque sul web, è la moda del momento, perché attraverso di essi si può comunicare con i fan direttamente dalla propria pagina. Nonostante questo, però, Youtube ha alcune caratteristiche e peculiarità che non possiede ancora Facebook e da cui non si può prescindere per la promozione e il marketing di un libro.

  1. Youtube è il secondo motore di ricerca al mondo
    Youtube (che, non dimentichiamolo, è di proprietà di Google) vi permette di indicizzare i vostri video su Google. Nella maggior parte dei casi, infatti, chi cerca qualcosa, prima di andare su Youtube (o su Facebook) va su Google. Il fatto di trovare i vostri video su Google vi darà un enorme vantaggio competitivo rispetto a chi pubblica i suoi video solo su Facebook.
  2. I video su Youtube sono diversi
    Salvo che non utilizziate Youtube soltanto come un hosting video (cioè esclusivamente per caricare lo stesso video che pubblicate su Facebook), i video che trovate su Youtube sono molto diversi rispetto a quelli di Facebook. Infatti, su Youtube si possono trovare tutorial, video che insegnano a fare qualcosa che prima non sapevi fare, dei “vlog”. Insomma, un po’ di tutto. Rispetto a Facebook, inoltre, i vostri video potranno durare anche più di 10 minuti (le mie video interviste, ad esempio, hanno una durata minima di venti minuti). Cosa molto difficile su Facebook (provate, se ci riuscite, a far rimanere un utente di Facebook più di 5 minuti a guardare il vostro video).
  3. La Community di Youtube
    A meno di non avere una pagina su Facebook da centinaia di migliaia di fan avrete meno interazione, meno commenti, meno dialogo con il vostro pubblico. Su Youtube, invece, anche profili con poche migliaia di iscritti (andate a farvi un giro e lo vedrete da soli), se siete riusciti con i vostri video a creare coinvolgimento per il pubblico, sin dall’inizio potrete dialogare con i vostri utenti (e, se lo fate nella maniera adeguata, venderete più libri). Parlare con i vostri iscritti vi permetterà, inoltre, di indirizzarli verso il vostro sito (o la vostra pagina di Amazon).

Un’avvertenza importante. Se seguite questo sito web, vuol dire che siete degli scrittori e volete utilizzare Youtube per promuovere e vendere il vostro libro. Questo non vuol dire, però, che dovete parlare in ogni video di quanto è bello il vostro libro o leggere brani della vostra nuova opera. Diventereste stucchevoli, fastidiosi e non avreste moltissimi utenti che vi seguono, ve lo assicuro. Invece, cercate di capire quali sono gli argomenti che interessano il vostro pubblico, correlati agli argomenti del vostro libro.

Quale tipo di video realizzare

Dovrete adattare lo stile di video al vostro pubblico. Contrariamente a ciò che si crede, su Youtube non esiste soltanto il vlog o il tutorial. I tipi di video che potrete realizzare sono più di quanti immaginate. Vediamone insieme qualcuno.

Ovviamente vi parlerò solo di quelli che possono esservi utili, quelli utilizzati dalle “star” di Youtube (come le prank o il gameplay) sono abbastanza inutili per uno scrittore.

Video illustrativo
Il video illustrativo è un video in cui si spiega come svolgere un’azione: il classico Tutorial, insomma, utile soprattutto se avete scritto una guida o un manuale.

Video dimostrativo
Il video dimostrativo è un video, non girato dall’autore in persona, ma da chi ha acquistato il suo libro e ne pubblica una recensione sul suo canale. Questo tipo di video è utile per qualsiasi genere di libro che possiate aver scritto.

Video di abilità
Il video di abilità è un video in cui l’autore dimostra di avere una grande abilità nel fare qualcosa. Questo tipo di video è utile se siete musicisti, cantanti, pittori o artisti in genere.

Video degli errori
Questo tipo di video lo possiamo inserire nella categoria “intrattenimento”. Alle persone piace guardare e vedere gli “esperti” che sbagliano e che ironizzano su se stessi. Se avete girato un video di abilità o illustrativo, pensate a pubblicare sul vostro canale anche video in cui mostrate, ad esempio, le scene tagliate delle vostre papere.

Video di vita vissuta
Siete andati in una libreria a presentare il vostro libro? Oppure sie stati invitati a una convention? Create piccole clip, piccoli video, in cui mostrate voi stessi in modo più naturale. Questo tipo di video serve anche per aumentare il Personal Branding, la percezione che il pubblico avrà di voi.

Video comico
Uno dei format più popolari su Youtube sono i video comici (i Pantellas, Yotobi, ecc). Vi consiglio, però, di realizzare questi video solo se il vostro libro è di genere comico. Non improvvisate. In caso contrario rischiereste di essere ridicoli. Immaginate… se volessi promuovere un libro di filosofia su Youtube e pubblicassi un video comico: perderei di autorevolezza, non credete?

Video educativo con schermo condiviso
Se avete scritto una guida che parla di web marketing o di informatica in generale, vi consiglio di utilizzare questo tipo di video. È un tipo di video molto semplice che illustra in maniera pratica le vostre competenze e ciò che potete insegnare al vostro pubblico.

Il consiglio che vi voglio dare, qualsiasi sia il tipo (o i tipi) di video che volete realizzare, è di essere coerente. Se avete scelto uno stile (sia nel tipo di video che nella comunicazione) non lo abbandonate, ma proseguite per quella strada.

Video Marketing Esperenziale

Per avere però dei risultati importanti, che non siano pochi spiccioli, è necessario avere centinaia di migliaia di iscritti.
Nel vostro caso potreste pagare un vlogger già affermato per parlare dell’argomento del vostro libro citandolo “casualmente”. Avete presente quando in una serie televisiva o in un film compare quel pacchetto di sigarette in primo piano? Bene, non non è nient’altro che la vecchia pubblicità televisiva (il cosiddetto product placement)trasferita su Youtube. Personalmente ve lo sconsiglio per vari motivi. Innanzitutto una promozione di questo tipo vi farebbe perdere di autorevolezza e poi molti vlogger, soprattutto quelli con ampio seguito, rifiutano nella maggior parte dei casi di fare questo tipo di video e potrebbero addirittura parlare male di voi.

Molto più interessante ed efficace è il “Marketing Esperenziale”. Di che cosa si tratta? Vuol dire chiedere a un vlogger non semplicemente di pubblicizzare il vostro libro (in modo palese o no), ma di vivere un esperienza diretta e personale con il vostro brand, che si può tradurre in una storia che racconterà sul suo canale youtube. Il fatto di citare il libro verrà di conseguenza.

Vi faccio un esempio concreto. Immaginate che il titolare di un’agenzia di viaggi decida di scrivere un libro. A quel punto, dopo aver aperto il suo canale youtube e iniziato a pubblicare i primi video, prende contatto con un travel vlogger (cioè un canale youtube che realizza video sui viaggi) proponendogli, ad esempio, di avere un mese gratuito in un paese a sua scelta a spese dell’agenzia. È molto difficile che rifiuti una proposta del genere, non credete?

Spero che questo articolo vi abbia aiutato a comprendere perché da scrittori dovete avere un canale youtube e come promuovervi in modo efficace su questa piattaforma. Mi piacerebbe ricevere un vostro commento. Avete già un canale youtube? Che tipo di video avete scelto per promuovervi? Quali risultati avete raggiunto?

Si siete in cerca di altri consigli gratuiti su marketing e promozione editoriale, potete inoltre scaricare la mia Checklist in 12 passi per pubblicare e vendere il tuo libro online.

Promuovere un libro su Youtube: 7(+1) video che è possibile realizzare ultima modifica: 2017-04-03T18:31:33+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!