Il post dal titolo “Come realizzare un BookTrailer in 5 passaggi” è, a quasi sette anni di distanza, ancora uno tra i più letti su Storia Continua. Mi sono chiesta, perciò, se gli strumenti suggeriti allora, per creare una video presentazione del proprio libro online, siano validi tutt’oggi. I software di video editing, come Adobe Premiere e simili, effettivamente restano l’ideale, se si vuole stupire il pubblico con effetti speciali (come diceva una vecchia pubblicità), che era un po’ lo scopo dei booktrailer quando hanno fatto la loro comparsa. Scimmiottare il linguaggio cinematografico, però, li ha lentamente fatti scivolare nel dimenticatoio. Già, perché nel frattempo il Web ha sviluppato un suo proprio codice di comunicazione, che richiede brevità, minimalismo, immediatezza.

Avete presente i tipici video da startup? Il loro formato standard ha suscitato qualche ilarità, ma non per questo è meno efficace, perché, mentre i trailer mirano a stimolare la curiosità mettendo in risalto i punti salienti di una storia, strumenti come PowToons o Animoto, attraverso la loro combinazione di immagini, suoni e animazioni, puntano a trasmettere una sola unica idea, con chiarezza, il messaggio racchiuso tra le pagine del libro.

Ma chi l’ha detto poi che i video sono il mezzo migliore per presentare un libro?
Guardate ad esempio come la piattaforma di promozione BookGoSocial utilizza le Gif animate per stuzzicare l’interesse dei lettori.

Non è forse anche questo un booktrailer online altrettanto valido?
Per realizzarlo basta andare su GIFMaker.me, un’applicazione web gratuita (non richiede nemmeno la registrazione) che permette di combinare due o più fotogrammi con suoni, filtri ed effetti, anche estratti da altre app, come ad esempio Snapchat o Instagram. Le gif così create possono essere condivise tramite url, o convertite a loro volta in formato video.
Una valida altrnativa a GifMaker, per chi non ha troppa dimestichezza con l’editing di immagini, può essere Giphy.com, che propone una galleria di gif già pronte per la condivisione.

E se invece lasciaste parlare direttamente i personaggi del vostro libro?
Google ha messo a disposizione degli scrittori questa curiosa applicazione che consente di condividere dei video-dialoghi. Ha un che di metanarrativo, guardate qui. In pratica, ad ogni personaggio viene assegnato un colore e un diverso cursore, e le loro battute appaiono in video come se l’autore le stesse scrivendo in quell’esatto momento, con tanto di suono della tastiera. Non è propriamente un tool di la scrittura, e non so proprio a cosa possa servire se non a creare un Booktrailer alternativo.

5 applicazioni gratuite per creare Booktrailer alternativi ultima modifica: 2016-10-21T15:56:42+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!