Tra le tecniche di promozione dei libri online – accuratamente elencate in un precedente post stilato con la collaborazione di ScrittoreVincente.com – hanno fatto il loro ingresso i BookTrailer. Brevi video, solitamente della durata non superiore ai 2 minuti, ispirati alla trama della vostra storia o ad alcuni aspetti di essa.

Se avete a disposizione un certo budget da investire per affidarvi alle capacità di videomakers di professione, il vostro BookTrailer potrà risultare degno dell’arte cinematografica, ma esistono strumenti a disposizione anche dei meno esperti, utili al raggiungimento dell’obiettivo, ossia, catturare l’attenzione e stimolare la curiosità dei vostri potenziali lettori.

Ecco, in pochi passi come potrete realizzare il vostro BookTrailer

booktrailer Osservate il lavoro degli altri: fate una ricerca dei video già pubblicati in Rete appartenenti al genere del libro che volete promuovere, per capire che stile volete imprimere al vostro booktrailer e in cosa potete distinguervi.

Scrivete un breve canovaccio cui attenervi durante la fase di editing, un testo che leghi bene con le immagini che andrete a montare nel booktrailer.

Scegliete foto, clip e musica: in questo vi sarà molto utile l’archivio di Creative Commons, dove trovare tutto il materiale libero da copyright che spesso è possibile riutilizzare citando autori e fonti. Su siti come Pixabay.com e Videezy.com si può scegliere persino tra una gamma di montaggi già pronti, sempre scaricabili con licenza libera, da usare come base per il vostro video. Ovviamente, le immagini devono essere inerenti alla storia che volete raccontare, quindi, stabilite per la vostra ricerca delle parole chiave riassuntive della presentazione scritta in precedenza.

L’editing: eccoci giunti alla fase forse più difficile di tutto il procedimento per la creazione di un booktrailer. Qui la vostra creatività e soprattutto la dimestichezza con l’uso dei software è fondamentale. I migliori programmi di video editing da desktop sono Adobe Premier Pro, oppure, iMovie per utenti Mac, ma anche Pinnacle o CyberLink PowerDirector. Chi è alle prime armi, però, potrebbe trovare più agevole l’uso di applicazioni online, come la suite Creator Studio di Youtube che permette di aggiungere titoli e suoni al filmato scelto direttamente lavorando sulla piattaforma. Alternative di un grado più professionale sono Promo o Headliner App, anche queste delle gallerie video che dispongono, in aggiunta, di un’area di editing dove personalizzare testi, loghi, musica e durata.

Distribuzione: una volta giunti al termine del lavoro di editing, bisognerà pubblicare online il vostro booktrailer, sperando che si diffonda a macchia d’olio. Esistono specifiche tecniche affinché un video diventi virale, ma per questo vi rimando ai suggerimenti degli esperti di marketing non convenzionale. Sicuramente è consigliabile iniziare caricando il booktrailer sulle piattaforme video publishing ad alto traffico: oltre al già citato YouTube, Vimeo e Facebook Video.
Anche questa operazione richiede un’accurata scelta dei termini con cui taggare il vostro video, perché sia rintracciabile dai motori di ricerca. E’ utile, quindi, capire quali parole digitano gli utenti per trovare un determinato genere di video. In vostro soccorso giungono strumenti di ricerca delle parole chiave, quali, Google Keyword Search, YouTube Keyword Tool e la funzione Insights for Audience del vostro canale sempre su YouTube.

Infine, la condivisione è tutto: oltre ai vostri profili sui social network – Facebook, Twitter, Goodreads – esistono anche piattaforme esclusivamente dedicate alla raccolta e promozione online dei booktrailer. In Italia, ad esempio, sono attivi BookTrailers.eu e TrailerLibro, a cui potete inviare i vostri video, per ottenere ancora più visibilità.

Linee guida per un Booktrailer efficace

In un’epoca in cui sempre meno persone leggono e sempre più persone guardano, mostrare ciò che il vostro libro ha in serbo per loro è un buon modo per attirare l’attenzione. Il punto è che i trailer dovrebbero assolvere alla stessa funzione che svolgono per il cinema, ossia, convincerci ad andare a vedere un film mostrandoci le scene più emozionanti, gli attori protagonisti, ecc… Lo stesso vale per i libri: ci sono quelli che ci sembrano potenzialmente interessanti, ma le informazioni che troviamo in Rete non sono abbastanza per convincerci a comprarli. Questo è lo spazio di intervento dei booktrailer, pertanto, quando ne realizzate uno tenete a mente di:

1. puntare alla qualità.
E’ vero, ci sono un sacco di trailer di libri schifosi in giro, ma avere un booktrailer schifoso è peggio di non averlo affatto, quindi, vale la pena di farlo bene. Migliore sarà il vostro video, più è probabile che i fan vogliano condividerlo e che i critici ne tengano conto.

2. essere brevi.
Un booktrailer non è un documentario. Non è un curriculum. Non è un sommario. Non è una tesi. Si tratta di un’anteprima, quindi non avete bisogno di raccontare tutta la storia, ma solo amplificarne la parte più convincente. Mostrate per prima ciò che è più importante; nel mondo dei video virali i primi secondi sono cruciali!

3. mettere in evidenza il vostro nome autore e titolo del libro.
C’è una certa suspense che abbiamo imparato ad aspettarci dai booktrailer, dove il titolo viene visualizzato nella parte finale, ma è diventato un luogo comune. Inoltre, tutti gli utenti che cliccheranno sul pulsante di riproduzione vedranno l’inizio del vostro video, ma è certo che non tutti arriveranno a vederne il finale. Vale la pena perciò mostrare titolo e autore del libro da qualche parte verso l’inizio (almeno entro i primi 15 o 20 secondi del trailer).

Avete altri suggerimenti?

Se conoscete altri programmi di video editing, oppure, altri canali attraverso cui avete pubblicato il vostro booktrailer, vi invito a segnalarli tra i commenti.

Per approfondire: come promuovere un libro online con successo.

Come realizzare un BookTrailer in 5 passaggi ultima modifica: 2011-01-18T20:40:05+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!