Nato nel 2009 con l’obiettivo di spiegare e argomentare i testi più criptici delle canzoni Rap, il sito Genius oggi si propone con ben 8 canali tematici, tra cui uno dedicato esclusivamente alla letteratura, e un nuovo direttore esecutivo proveniente direttamente dal New Yorker.

Al suo arrivo Sasha Frere-Jones ha spiegato che Genius è in sincronia con la natura essenziale del web e la cultura del remix, poiché consente a chiunque di arricchire i documenti raccolti sulla piattaforma con modifiche ed annotazioni che contribuiscano a spiegarne ad approfondirne il senso. Ogni annotazione aggiunta dagli utenti diventa cliccabile e quindi accessibile all’interno del sito stesso, a differenza di quanto accade sul resto del web dove si viene continuamente rimandati a siti terzi per approfondire una notizia o un’informazione.

Ad una prima occhiata Genius restituisce perfettamente il valore del cosiddetto social reading, la lettura condivisa tramite commenti e note, che essendo pubbliche diventano parte integrante del contenuto originale.

GeniusLe annotazioni, spiegano i fondatori, sono come pagine di Wikipedia in miniatura, in costante miglioramento. Man mano che gli utenti aggiungono nuove informazioni di cui sono a conoscenza si trasformano in guide definitive.

“Quando abbiamo creato Rap Genius nel 2009, non avevamo in programma di espanderci oltre i testi rap. Ma la comunità aveva una visione più grande, e non passò molto tempo prima che “Rap” Genius ospitasse le opere complete di Shakespeare e di Jane Austen, i discorsi di Abramo Lincoln, la poesia di TS Eliot e Langston Hughes, scritti televisivi e cinematografici.
Col senno di poi questo era inevitabile. Qualsiasi testo può essere degno di un’attenta esegesi. Si inizia su una canzone di Run DMC e si trova presto la strada per Washington Irving di “Rip Van Winkle”, che vi spingerà verso la Dichiarazione d’Indipendenza, dove scoprirete che lo stile di Thomas Jefferson è influenzato Walt Whitman, che avrebbe continuato a svolgere un ruolo centrale per Vince Gilligan di Breaking Bad… E così via, attraverso il tempo e i generi”
.

Alla base di questo meccanismo non c’è la scrittura, come si potrebbe pensare, ma la conversazione costruita intorno alla scrittura.

“E’come una versione leggermente più organizzata di ciò che accade quando un gruppo di amici raccoglie il lavoro del proprio artista preferito, dibatte sul suo significato, lo relaziona ad altri scritti per giungere, alla fine, alla migliore interpretazione”.

Genius è un’ottimo strumento per mettervi alla prova, scoprire aspetti del vostro stile che ancora non conoscevate e trovare suggerimenti per renderlo migliore, o ancora, trovare risvolti inediti in una trama che credevate conclusa. Il tutto senza mai andare ad intaccare il vostro testo originale. Potete proporvi come artisti verificati semplicemente compilando il form a questo indirizzo.

Genius: la scrittura integrata al social reading ultima modifica: 2015-02-13T11:37:46+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!