Trasferire un libro da CreateSpace ad Amazon con KDP per la stampa

ebook kindle

Sembra che Amazon stia diventando talmente gigantesco da fare concorrenza a se stesso, o per lo meno a uno dei suoi partner principali, CreateSpace. Infatti ha lanciato un suo programma la pubblicazione di libri cartacei.
In pratica, ogni ebook creato tramite Kindle Direct Publishing potrà avere un proprio analogo cartaceo, basterà cliccare su “Crea versione cartacea” accanto al titolo nella propria Dashbord e tutti i metadati (descrizione del libro, categorie, parole chiave) verranno automaticamente aggiornati per la stampa. Allo stesso modo si potrà creare un ebook dalla versione cartacea, così con un clic…

Le funzionalità offerte da entrambi i servizi di stampa sono sostanzialmente le stesse – anteprima dell’impaginazione, strumento di creazione delle copertine, ordini agevolati di bozze e copie destinate all’autore – anzi, il print on demand di Createspace ha accusato il colpo e dovuto mettere fine alla fornitura di servizi editoriali professionali.

Perché scegliere KDP per la stampa

funzionalità Kdp press

Il vantaggio fondamentale per il momento mi sembra quello di poter utilizzare la piattaforma in italiano e (visti i miei trascorsi con CS almeno) non è poco!

Poi, è possibile monitorare vendite e royalty da un unico sito per entrambe le versioni dei propri libri, anche per questo basta consultare nella Dashboard le voci dei vari report:

Nel “Report royalty versione cartacea”, sono mostrati i dettagli sulle royalty guadagnate dalle vendite delle unità di versioni cartacee, come ad esempio il netto delle unità vendute, i costi di stampa, i siti Web Amazon su cui sono venduti i tuoi libri e le royalty guadagnate nelle rispettive valute. La scheda “Royalty versione digitale” include le informazioni sulle royalty guadagnate e sul netto delle unità digitali vendute.

Il report vendite e royalty presenta inoltre la scheda “Report ordini versione cartacea”, in cui sono elencate le unità vendute per ciascun libro cartaceo. La scheda “Report ordini versione digitale” contiene un elenco delle unità di eBook vendute per pubblicazione.

Piuttosto interessanti sembrano anche le royalty, pari al 60% del prezzo di listino del libro cartaceo, al netto dei costi di stampa. Mo qui ci so da fare un po’ di calcoli, ma secondo Selfpublishin Advice Center di Alli, che ha testato il servizio, il print on demand di Amazon vincerebbe nettamente su Create Space in quanto a guadagni destinati agli autori:

Con la distribuzione standard, su un libro di 150 pagine, in bianco e nero, venduto a 9,99$ si ottengono 4,40$ netti rispetto ai 3.34$ di CreateSpace. Vendendo allo stesso prezzo un libro di 300 pagine il guadagno netto è di 3.32 $ su KDP, ma solo 1,54 $ su CreateSpace.

costi KDP per la stampa

Da CreateSpace a KDP

Per trasferire un libro pubblicato con Create Space su KDP, innanzitutto è necessario seguire la procedura per creare un nuovo libro, immettere gli stessi metadati e dettagli del libro, precedentemente inseriti su Create Space, nonché gli stessi file utilizzati per il testo e copertina. Alcune specifiche verranno corrette automaticamente, ad esempio se si dispone di un codice ISBN di 10 cifre emesso da CreateSpace, si può utilizzare il convertitore ISBN per trovare il codice equivalente di 13 cifre.

Eventuali errori di impaginazione si possono, invece, individuare tramite il Visualizzatore di anteprima online:

KDP non supporta le gabbie personalizzate di CreateSpace. Se hai utilizzato un modello interno CreateSpace per creare il file del testo, assicurati che possa essere inserito in una gabbia supportata da KDP. In caso contrario, reimposta la gabbia e riformatta il file del testo in modo che rientri nella nuova gabbia.

Una volta pubblicato su KDP, il libro cartaceo verrà ritirato automaticamente dalla vendita su Create Space.

Ma qual è il punto? Secondo alcuni osservatori Amazon starebbe puntando a rendersi indipendente dagli editori anche per la stampa, come è già accaduto per il digitale, sullo store infatti gli ebook autopubblicati coprirebbero quasi il 50% delle vendite totali.
Inoltre, come riporta Author Marketing Expert, c’è la possibilità che vengano estesi anche al cartaceo le offerte promozionali (countdown deals, sconti, ecc…) già attive su KDP Select.
Staremo a vedere… Voi che ne dite? Trasferirete i vostri libri da CreateSpace ad Amazon KDP per la stampa?

Pensi che possa essere utile a un amico? Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

4 risposte

  1. Grazie per l’interessante articolo.
    Ho già avuto modo di sperimentare la pubblicazione del cartaceo del mio romanzo, in precedenza pubblicato in formato digitale.
    E’ senza dubbio una procedura più semplice di quella presente in Create Space e al termine si ha un’unica pagina di vendita e un unico report per tutti i formati dello stesso libro, in cui sono chiaramente distinguibili le vendite di ciascuno formato. Unica pecca che ho riscontrato risiede nel protrarsi della fase “beta” in cui si incontrano alcune inspiegabili difficoltà nella pubblicazione. Ho interagito per alcune settimane con l’help (gentilissimo ma poco efficace nel rispondere a domande puntuali) per sbloccare un errore di smarginatura della copertina (appovata in fase di anteprima, ma bloccata in fase di pubblicazione).
    Alla fine sono riuscito, a forza di tentativi, senza comprendedre quale fosse stato l’inghippo, a pubblicare.
    In seguito il banale tentativo di modificare il testo di presentazione del libro (la sinossi presente sulla pagina di vendita) si è arenato presentando errori su parti del libro non coinvolte da modifiche….
    Al di là di queste difficoltà, che il superamento della beta certamente appianerà, posso solo dire bene di Amazon.

    grazie

    Dario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche:

Unisciti agli Scrittori dell'Era Digitale

Scopri i segreti per lanciarti alla grande con il tuo libro online grazie a un Kit:

  • Creato da professionisti del settore;
  • Chiaro e facile da seguire;
  • Completamente gratuito;