Chi è che non ha mai scritto in chat “Manda un messaggio quando arrivi”, è tipico di due persone che per un motivo o per l’altro devono allontanarsi, come i due protagonisti del nostro Ebook in Adozione del mese: “sembrano muoversi su binari paralleli, sfiorandosi di tanto in tanto, ma mantenendo sempre una discreta distanza di sicurezza”. Così recita la descrizione, solo che non saprei davvero dire se il riferimento è ai personaggi della storia, Erika e Loris, o ai due autori Sergio Trapasso e Sara Boschetti.

Nel 2013, mentre Sara si occupa di una rubrica settimanale di musica per il suo giornale ha occasione di conoscere Sergio, che dopo qualche tempo nel corso del quale si sentono saltuariamente per articoli relativi alla band di lui, le accenna di aver redatto dei racconti che desidererebbe lei revisionasse in vista di una possibile uscita editoriale. Sara accetta ed il verdetto non tarda ad arrivare: “Belli, scritti molto bene ma nell’insieme manca qualcosa”. E quel qualcosa è un contenitore che li racchiuda, è quel romanzo che Sara progetta di scrivere da tempo ma che ancora non ha preso vita. Da qui i due decidono di provarci iniziando a comporre una vera e propria narrazione: Sergio inizia a scrivere tutto ciò che riguarda Loris, Sara invece penserà ad Erika; un capitolo ciascuno, tutti assolutamente tramite mail.

I primi mesi sono scanditi da continui confronti e molti scontri alla ricerca di una sintonia lavorativa che possa soddisfare entrambi e che riesca a far conciliare i rispettivi modi di lavorare senza sacrificare i differenti stili di scrittura. Così, poco alla volta, i co-autori semi-sconosciuti (sia tra di loro che al grande pubblico) trovato l’equilibrio che consente loro di proseguire. E il punto di stabilità raggiunto è per assurdo la totale incertezza: la non-definizione di una trama condivisa.

“Manda un messaggio quando arrivi” viene sviluppato con degli incipit lasciati da Sergio e da Sara nei rispettivi capitoli per dare modo l’uno all’altra, e viceversa, di proseguire partendo da una situazione assodata che però cambia, si evolve ed acquisisce un nuovo senso in base alle interpretazioni dell’altro.

SA: Due anni di scrittura, di momenti di riflessione, di incomprensioni e accese discussioni su come dovesse prendere forma questo romanzo  “improvvisato”. Se scrivo  “improvvisato”  se ne coglie il senso o sembriamo due alle prime armi?

SE:  Penso che si capisca che intendi proprio il fatto di non aver definito una trama a priori. È  come la vita vera:  si pensa di essere autori del proprio capitolo ma in realtà  ogni singolo evento si incastra nella vita di altre persone  anch’esse intente a scrivere la propria storia. Solo quando si  prende in considerazione il  punto di vista dell’altro autore si possono cogliere i dettagli che magari in prima persona si danno per scontati  o come ininfluenti.

SA: Sembra un libro pesante se lo racconti così, invece  è  divertente e può  essere addirittura uno spunto di riflessione per mettersi in discussione.

SE: Sono d’accordo. Ogni tanto vedi che ti do ragione? Per la stesura del libro sono stato un po’ più  cattivo, devo ammetterlo, e i tuoi silenzi di alcuni giorni dopo  certe  osservazioni, ne erano chiara evidenza.

SA: Ma ci siamo divertiti. È  stato entusiasmante ed una vera soddisfazione vedere pubblicato il nostro libro. Per me inoltre  è  il coronamento di un sogno che forse sarebbe  rimasto  nel cassetto,  e adesso Erika  un po’  mi manca

SE:  Con quest’ultima frase confermi di avere almeno un 70% di Erika addosso. Comunque  ‘cosa fatta capo ha’  e adesso che  questo libro  se lo  godano i lettori.

Sinossi
Erika e Loris sono amici, entrambi attraenti, ambiziosi e realizzati.
Questo all’apparenza, ma in realtà le soddisfazioni lavorative e le numerose conquiste in campo sentimentale sono traguardi superficiali.
Entrambi vivono e lavorano a Rimini, fino a quando Erika decide di dare una svolta alla propria vita.
Sarà questo avvenimento a destabilizzare l’equilibrio dei due amici. Il timore di non essere all’altezza del mondo lavorativo che l’attende e la paura dell’inevitabile distacco da Loris turbano moltissimo Erika. Loris invece finge di prendere tutto con estrema leggerezza. Sullo sfondo la vita di entrambi prosegue in un turbine di eventi tra i quali si muovono molti altri personaggi che influiscono in maniera più o meno significativa nelle vite e nelle scelte di Erika e Loris. Un gioco di equilibri precari, certezze che si rivelano in tutta la loro fragilità, ricerche di attenzioni ed aiuto.

“Manda un messaggio quando arrivi”, chat-book in adozione ultima modifica: 2017-06-24T10:55:18+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!