L’Ebook in Adozione del mese è dedicato agli amanti del fantasy. Scritto dal napoletano Daniele Donisi, “Bracbah: il ritorno dei demoni” è il primo capitolo di una saga che è rimasta a lungo nel cassetto, come si usa dire, prima di prendere forma.

“Non potendo continuare gli studi, nel 2006 ho iniziato a lavorare e proprio in questo periodo ho deciso di scrivere. Finito il primo libro non ho voluto attendere oltre, così ho scelto di pubblicare l’ebook con il self publishing di Amazon KDP. Ho scelto questa strada perché ci sono molto vantaggi per lo scrittore (abbreviazione dei tempi di pubblicazione, meno costi di produzione e aggiornamento continuo, pieni poteri decisionali sulle royalty e sul prezzo di copertina, autonomia creativa e produttiva, avere un pubblico più vasto anche di altri paesi) e per il lettore che può avere un libro a basso costo e utilizzabile su ogni device”.

“Bracbah: il ritorno dei demoni” – Sinossi

Bracbah - Il ritorno dei demoni amazon 92 Danyĕħl è un giovane ragazzo che vive con la sua famiglia nei pressi del villaggio di Lifetown, nel regno di Castleshlie. Con suo padre lavora le terre del re, come un umile contadino, ma nel mondo Bracbah nessun umano è come lui, Danyĕħl è il prescelto degli spiriti. Spinto dal suo buon cuore e dalla consapevolezza del suo ruolo, intraprende il lungo viaggio che lo porterà a scontrarsi con nuovi nemici e a seguire la sete di vendetta, tralasciando il suo destino e i suoi affetti.

Un estratto

Ahsdì precedeva di qualche passo Tala; proseguirono nel buio lungo il corridoio, finché non arrivarono in fondo ed entrarono in uno stanzino. Il bibliotecario si accostò a una parete, toccò dei meccanismi nascosti, si sentirono scattare delle molle. Dopo qualche istante la parete iniziò a spostarsi: si allontanava da loro e mostrava sulla destra una piccola porta che dava in un altro ambiente. Un momento dopo, Ahsdì accese altre candele che illuminarono sufficientemente quella piccola stanza. Sembrava molto antica. L’aria sapeva di chiuso e di muffa, ma era respirabile, il pavimento era composto da travi di legno, ammuffite dal tempo, che scricchiolavano ad ogni loro passo, ma le pareti e il soffitto erano in pietra dura, liscia e non lavorata. C’erano polvere e ragnatele ovunque.

(…) l’anziano bibliotecario scomparve per qualche istante nella zona buia della stanza. Si udì un leggero stridere di chiavi, poi ricomparve con uno strano libro. Era molto grosso e consumato, la rilegatura era fatta a mano con corde di cuoio.
«Ecco il libro!» disse appoggiandolo delicatamente sul tavolo, «Ogni istante ed ogni particolare delle leggende di Bracbah che tu vorrai sapere sono in questo libro. Sono i miei appunti.»
«Come fai a sapere ogni particolare delle leggende, se tu non c’eri?»
«Chi ti dice che io non c’ero!? Ora ascolta, ti leggerò la mia leggenda preferita.»
Si sedette accanto alla ragazza e sistemò al meglio le candele così da riuscire a leggere.
«Cominciamo.» disse Ahsdì schiarendosi la voce e attirando l’attenzione della ragazza, prima di iniziare a leggere, «La leggenda che sto per raccontarti prende avvio da una storia molto lontana nel tempo, quando gli spiriti di Bracbah decisero che era giunto il momento di far nascere un nuovo prescelto. Erano passati circa mille anni dalla grande fuga degli umani dall’isola di Rohat verso le terre ferme; tempo in cui l’ultimo prescelto decise di sacrificare la sua vita per il bene di tutti gli esseri viventi (…)»

Tala scosse la testa e sbuffò: «Conosco già la storia delle vecchie terre. Non puoi andare più avanti?»
Ahsdì le lanciò un’altra occhiataccia che lasciava intendere come interruzioni e commenti non fossero graditi.
«Bracbah ha una sorta di maledizione: ogni mille anni c’è sempre il rischio di una catastrofe che possa portare il pianeta a distruggersi. L’equilibrio tra bene e male si era rotto: il male reclamava e pretendeva la sua parte, tuttavia gli spiriti si erano già preparati scegliendo il proprio guerriero per riportare l’equilibrio. Alcuni lo chiamavano l’eletto, altri il prescelto. Era un umano dalle caratteristiche uniche: aveva le orecchie leggermente a punta e gli occhi verdi lucenti, che riflettevano la sua bontà e il fuoco della vita.»

“Bracah: il ritorno dei demoni” è disponibile gratuitamente su Kindle Unlimited e a 0.99€ su tutti gli altri store online, in attesa dell’uscita del secondo capitolo della saga, previsto per il prossimo novembre sempre su Amazon.
Buona lettura!

“Bracbah: il ritorno dei demoni”, epic fantasy in adozione ultima modifica: 2016-06-30T20:32:48+00:00 da Sonia Lombardo