Quando letteratura ed informatica si incontrano

via InfoWebTech: "nasce il progetto 'storiacontinua' il cui scopo è spiegare i cambiamenti nel mondo della letteratura ai tempi di internet e del web 2.0"

Segui Storia Continua
Per Scrivere

Per Scrivere

Su Storia Continua scoprirai linguaggi nuovi e nuove tecnologie per diventare un Vero Scrittore dell’Era Digitale; non dovrai più metterti alla ricerca di un editore e non dovrai stampare pile e pile di carta per farti conoscere
Read More
Pubblicare

Pubblicare

Storia Continua ti guida tra i migliori siti per pubblicare da solo il tuo libro. Qui trovi le interviste ai più importanti self-publisher italiani e le tabelle comparative dei vari servizi per l’auto-pubblicazione attivi online.
Read More
Diffondere

Diffondere

Comporre una trama che sia avvincente attraverso brevi battute è davvero tutta un’altra storia; non si tratta soltanto di spezzettarla in frasi da 140 caratteri. Storia Continua ti svela i 3 segreti della narrativa di successo sui social media.
Read More
Le tue storie online

Le tue storie online

Su Storia Continua puoi imparare come fare per i tuoi racconti una promozione dell'"Altro Mondo", grazie ai suggerimenti dei più importanti scrittori, self-publisher ed esperti di marketing a livello internazionale
Read More

Scrivere per l’era digitale: sfide e opportunità

DigitalWritingKyerwords

Una delle maggiori sfide che gli autori si trovano ad affrontare oggi è come scrivere per l’era digitale.

La capacità di narrare utilizzando la parola scritta non si traduce necessariamente nell’abilità ad utilizzare le varie tecnologie disponibili, o anche solo sapere quale delle varie opzioni utilizzare.

Gli scrittori scrivono, per fortuna, ma l’editoria digitale rappresenta un’opportunità per accrescere l’interattività nelle storie, un aspetto molto discusso ma ancora poco praticato e la ragione principale sta anche nel livello di conoscenza che gli autori hanno dei programmi per il digital publishing, oltre che nelle differenze tra i vari dispositivi di lettura.

Ad esempio, che cosa uno scrittore medio conosce sull’EPUB3 e dell’esitazione a livello di settore che circonda questo programma? Che cosa sanno gli autori di come si crea un’app, di come si utilizzano programmi come iBooks Author o Demibooks Composer? Quanto hanno bisogno di sapere?
Read More

Lettori Beta: dove trovarli e come usarli per migliorare la scrittura

author-survey

Quanti più scrittori pubblicano da soli le proprie opere, tanto più diventa importante il giudizio critico dei lettori. Prima di sottoporre il manoscritto ad un editor professionista, un lettore qualificato – un lettore beta – sarà in grado di farvi notare lacune nella trama, incongruenze nei personaggi, cadute di ritmo e qualsiasi altra mancanza che potrebbe esservi sfuggita durante la fase di auto-editing.

Ci sono lettori beta professionali e ci sono beta non pagati. In entrambi i casi, il lettore beta è idealmente qualcuno che (1) conosce il genere che andrà ad analizzare, (2) è un lettore attivo, piuttosto che passivo (si interroga sul testo, aggiunge note alla trama, ecc…) e (3) è in grado di identificare le aree problematiche, ma soprattutto comunicarle chiaramente all’autore.

Quando un romanzo è pronto per essere sottoposto ai lettori-beta?
Read More

“Quando c’era la luna” – ebook in adozione

copertina quando c'era la luna

Torna, dopo la pausa estiva, l’iniziativa “Ebook in Adozione” con un romanzo scritto a quattro mani, frutto di un sodalizio artistico e un’amicizia nata grazie ad Internet.

Le autrici

“Siamo Roberta Ambrogio e Sara Stroppa, due autrici e amiche rispettivamente nate a Messina nel 1990 e a Jesi (Ancona) nel 1989. La nostra amicizia è nata dietro lo schermo di un computer, ma nonostante la distanza di quasi mille chilometri, mediante un incessante scambio di email, idee e considerazioni, siamo riuscite a dedicarci insieme alla stesura del nostro primo romanzo, dal titolo “Quando c’era la luna”.

“Nel momento in cui abbiamo incominciato a documentarci e a valutare le varie opzioni di pubblicazione possibili, non conoscevamo il mondo del self-publishing, ma facendo alcune ricerche siamo arrivate alla conclusione che fosse un buon compromesso tra una pubblicazione con una casa editrice che non snaturasse il nostro lavoro, e i lunghi tempi d’attesa previsti dall’editoria tradizionale”.

“Quando c’era la luna” – Sinossi
Read More

8 consigli per vendere più libri attraverso le giuste parole chiave

Ranking1

Se siete tra i tanti scrittori auto-pubblicati che vengono assaliti da dubbi ed incertezze ogni volta che si fa cenno ai “metadati”, questo è l’articolo giusto per voi. Proviamo insieme a fare un po’ di chiarezza e a capire come utilizzarli a vostro favore per aumentare le vendite dei vostri libri online.

Ma andiamo per ordine: che cosa sono i metadati?

Null’altro che l’insieme di parole chiave che descrivono un libro. I metadati hanno molto a che vedere con il connettersi direttamente ai lettori. Infatti, li aiutano a trovare i romanzi di loro interesse. I clienti delle librerie online digitano sui motori di ricerca quello che vogliono leggere e i libri con i metadati corrispondenti vengono visualizzati tra i risultati. Per questo si dovrebbero davvero amare i metadati, piuttosto che temerli, o per lo meno porvi la dovuta attenzione.

Come si scrive un elenco di parole chiave efficace?

Diversi rivenditori online chiedono agli autori auto-pubblicati di fornire i metadati, in quantità leggermente diverse, formati leggermente diversi e in diversi ordini, attraverso moduli on-line o in fogli di calcolo formattati, quindi tutto quello che dovete fare è riempire gli spazi vuoti.

metadati Ecco un breve elenco di cose a cui pensare quando dovrete compilare le vostre liste di metadati.
Read More

Flash Fiction: cos’è e perché è importante per i nuovi scrittori digitali

suoni&parole

Un articolo di Debbie Young dell’Alliance of Indipendent Authors

Come qualcuno che ha trascorso gran parte della sua carriera scrivendo articoli relativamente brevi, dal giornalismo, ai comunicati stampa, alle brochure, e come fervente blogger, ho naturalmente virato verso la narrativa di forma breve.

Ho scoperto la Flash Fiction grazie al National Flash Fiction Day, fondato due anni fa dallo scrittore inglese Calum Kerr, e mi è venuto subito ad abbracciare ciò che sembrava a prima vista un formato incredibilmente restrittivo: in genere tra le 75 e le 1.000 parole, talvolta ancora meno.

La Flash Fiction non è nuova: da tempo si scrivono storie di questo genere chiamandole con vari altri nomi, come micro-fiction o racconti ultra-brevi. Ernest Hemingway, una volta ha scritto un classico in sei parole che è spesso citato come l’esempio perfetto di tale scrittura.
Read More

Le migliori applicazioni web per creare libri interattivi

transmedia-storytelling

Adesso che si è definitivamente chiusa anche questa pausa estiva, molti di voi staranno tornando dalle vacanze portandosi dietro i soliti buoni propositi e qualche nuovo progetto creativo. Quale momento più adatto, allora, per proporvi un post che raccoglie i migliori strumenti messi a disposizione del web per dare loro vita, con un tocco innovativo?

Non si tratta di software che dovrete scaricare sui vostri pc e che richiedono spesso un certo livello di conoscenze tecniche, ma di siti a cui dovrete semplicemente iscrivervi per poter cominciare ad utilizzare la serie di tool per la pubblicazione che mettono a disposizione.
Read More

4 lezioni da imparare per scrivere sulle nuove piattaforme digitali

Episode

Kathryn Stanley è una scrittrice di Los Angeles che ha riscosso grande successo con “Finding Mr. Wright”, un racconto interattivo pubblicato tramite la piattaforma Episode. Al termine della sua esperienza ha voluto dare agli autori alcuni utili consigli su come sfruttare al meglio questi nuovi strumenti di storytelling.

image_episode “Episode permette di sceneggiare una storia e poi trasformarla in un racconto interattivo animato, accessibile tramite cellulare. Combina parti di spettacoli televisivi, fumetti e romanzi, e fornisce la possibilità unica per i lettori di avere un certo controllo sulla storia.”

La Stanley ha spiegato inoltre di essersi interessata a questo genere di piattaforme di pubblicazione perché si avvicinano alla narrazione da una prospettiva completamente nuova: ogni storia è ideata esclusivamente per i dispositivi digitali e non viene perciò riadattata successivamente.

Proprio per tale motivo ci sono degli aspetti della scrittura che vanno tenuti sotto controllo. Ecco quali secondo Kathryn Stanley:
Read More

Creatavist: dal libro all’App con un clic

tCreatavist

Utilizzato per la realizzazione dell’e-magazine di giornalismo narrativo The Atavist, questo potente strumento di pubblicazione è stato finalmente reso disponibile per aiutare tutti – scrittori, editori e artisti – a creare storie digitali.

“L’idea” spiegano i fondatori di The Atavist “è che non importa dove sia la produzione: se hai una storia da raccontare, sia essa in un video, un saggio fotografico o qualche altra cosa, puoi entrare nel sistema, progettare il tuo lavoro come più ti aggrada e premere invio per pubblicare…tutto in un solo luogo”.

Vediamo insieme se è davvero così semplice. Read More

Zeitgeist Hotel saga horror in adozione

UNA STANZA GRIGIA (pic)

Pubblicata da Reda Wahbi, studente presso l’Università di Parma, “Zeitgeist Hotel” è una saga di genere horror/drammatico che si compone di otto diversi capitoli, disponibili di volta in volta per la lettura e il download sul blog omonimo.

“La pubblicazione dei racconti a puntate e la successiva autopubblicazione come volume unico della prima stagione è nata dall’esigenza di un maggior controllo sui contenuti, data la mole di materiale che Zeitgeist Hotel prevede”.

Le storie che comporranno la saga Read More

L’Italia vista con “Occhi di Ghiaccio” – ebook in adozione

OcchidiGhiaccio_cover

Un noir ambientato nel Nord Italia è il romanzo autopubblicato scelto per chiudere l’iniziativa “Ebook in Adozione” di giugno.

Scritto da Ivo Roata, un imprenditore del cuneese, “Occhi di Ghiaccio” non è soltanto la solita storia di serial killer, ma ci riporta il quadro di un paese in declino: tra politici collusi, imprenditori di dubbia onestà e affaristi al soldo dei boss, si muove l’uomo dagli “occhi di ghiaccio”, indisturbato ed implacabile come un “Jack lo squartatore” moderno.

E’ l’ambientazione a rendere la trama ancora inquietante, perché descritta dall’interno con la consapevolezza di un uomo che in quell’area vive e lavora.
Read More