Quando letteratura ed informatica si incontrano

Il laboratorio di scritture Storiacontinua.com nasce con lo scopo di esplorare i cambiamenti nel mondo della letteratura ai tempi di internet e del web 2.0

Scopri di più...
Per scrivere

Per scrivere

Su Storia Continua scoprirai linguaggi nuovi e nuove tecnologie per diventare un Vero Scrittore dell’Era Digitale; non dovrai più metterti alla ricerca di un editore e non dovrai stampare pile e pile di carta per farti conoscere.
Read More
Pubblicare

Pubblicare

Storia Continua ti guida tra i migliori siti per pubblicare da solo il tuo libro. Qui trovi le interviste ai più importanti self-publisher italiani e le tabelle comparative dei vari servizi per l’auto-pubblicazione attivi online.
Read More
Diffondere

Diffondere

Comporre una trama che sia avvincente attraverso brevi battute è davvero tutta un’altra storia; non si tratta soltanto di spezzettarla in frasi da 140 caratteri. Storia Continua ti svela i segreti della narrativa di successo sul social per eccellenza della scrittura.
Read More
Le tue storie online

Le tue storie online

Su Storia Continua puoi imparare come fare per i tuoi racconti una promozione dell'"Altro Mondo", grazie ai suggerimenti dei più importanti scrittori, self-publisher ed esperti di marketing a livello internazionale.
Read More

Google lancia “Editions at Play”: pronti per il libro del futuro?

editionsatplay

La piattaforma per la lettura di libri arricchiti, Editions at Play, sviluppata da Visual Editions in collaborazione con Google, è online da poche settimane e ha già attirato critiche feroci.

“Ogni paio di anni qualche outsider si presenta con la brillante idea di reinventare gli ebook”, scrive The Digital Reader.

L’idea di Editions at Play è quella di proporre libri che non possono essere letti senza Internet, ma a parte i “pochi fronzoli resi possibili da HTML5 e altri Web Tech, non c’è niente che non poteva essere fatto con Epub. Inoltre, questo libro del futuro di Google è dotato di un importante avvertimento: non funziona su tutti i dispositivi”.

La risposta che è arrivata da Google, in particolare dallo sviluppatore Tom Uglow, è degna di nota, non perché difende il progetto, anzi, ne sottolinea ancora di più il carattere sperimentale, chiedendoci uno sforzo di immaginazione Read More

Romanzi ipertestuali: flusso di coscienza tra musica e matematica

Sequences of sentence lengths (as measured by number of words) in four literary works representative of various degrees of cascading character. (Source: IFJ PAN)

Sekwencje d³ugoœci zdañ wyra¿onych liczb¹ wyrazów w czterech dzie³ach literackich, reprezentatywnych dla ró¿nego stopnia ich kaskadowego charakteru. (ród³o: IFJ PAN)

Lo slogan di Storia Continua recita “quando letteratura ed informatica si incontrano”, un po’ come fossero due discipline difficili e curiose da conciliare. Ma, in realtà, la scrittura, essendo espressione della natura umana, ne segue le stesse leggi; leggi che si esprimono tramite formule matematiche.

Lo conferma un recente studio dell’Istituto di Fisica Nucleare dell’Accademia polacca delle scienze, che mostra come le variazioni di lunghezza delle frasi all’interno di alcuni dei capolavori della letteratura mondiale, seguano le stesse dinamiche delle strutture a cascata, i cosiddetti frattali. Read More

Scrivener, la App di scrittura che stimola la creatività

Screenshot 2016-02-01 13.02.56

Secondo uno studio del MIT, i programmi di scrittura hanno modificato il nostro modo di pensare, perché ci consentono di manipolare il testo sullo schermo prima ancora di avere un’idea chiara di ciò che intendiamo esprimere. Questo influisce anche sul modo di raccontare le storie, specie se il software in questione si chiama Scrivener.

Sviluppato da Literature&Latter, Scrivener offre in un’unica soluzione almeno quattro dei diversi strumenti che servirebbero ad uno scrittore per realizzare il proprio libro. Oltre ai fogli di scrittura, anche un blocco per gli appunti, tool per l’editing in-line dei paragrafi (ovvero, consente di editare il testo, aggiungere note e commenti, in contemporanea alla fase di stesura), infine, strumenti per la creazione e conversione del libro nei formati epub, pdf e mobi.

Questa possibilità di saltare diversi passaggi o, comunque, accorciare quelli che sarebbero i tempi canonici della scrittura narrativa, trasforma anche la creatività, il modo di approcciarsi alla narrazione. E’ come se Scrivener consentisse di osservare la storia, a mano a mano che questa prende forma, facendo un passo indietro; un po’ come se si dipingesse un quadro. Read More

“Crave Reading App”, quando Snapchat incontra il romanzo rosa

Crave Romance App

Sviluppata in collaborazione tra Paragraph e Atria, divisione romance di Simon & Schuster, Crave è una applicazione che tenta di ridefinire l’esperienza di lettura per il pubblico dei nuovi social network, come Snapchat.

Mentre si sfoglia un romanzo su Crave, infatti, la narrazione si interrompe periodicamente per visualizzare lo scambio di messaggi tra i personaggi, video o gif animate che riproducono momenti topici della trama, interviste ai protagonisti.

Dopo circa 1.000 parole, poi, Crave interrompe la lettura, poiché si hanno a disposizione solo tre o quattro minuti per leggere un capitolo e il libro non sarà più accessibile se non dopo diverse ore. Nell’attesa, i lettori (o meglio lettrici) potranno intrattenersi con i messaggi che riceveranno direttamene dal protagonista del libro.
Read More

Arriva Pronoun, la piattaforma di self-publishing che aiuta gli scrittori a conoscere il proprio pubblico

screenshot_milestones

I dispositivi di lettura degli ebook raccolgono e scambiano continuamente dati su come, quando e quanto leggiamo. Con il tempo queste informazioni potrebbero cambiare il modo stesso di scrivere e implicitamente promuovere un libro, allo scopo di massimizzare la soddisfazione del pubblico e rafforzare le relazioni tra lettore e scrittore.

Con gli strumenti adatti, sarebbe anche possibile misurare il livello di coinvolgimento di un racconto e quindi il tipo di risposta emotiva che crea nel pubblico. In altre parole, l’editoria potrebbe diventare un’industria non più focalizzata sul contenuto, ma sui risultati dell’intrattenimento o dell’apprendimento.

Già oggi, rivenditori come Amazon, Apple, Google e Kobo, per offrire la migliore esperienza di acquisto possibile, plasmano i propri algoritmi sulla base dei dati raccolti circa le abitudini di lettura e le preferenze espresse dagli utenti; informazioni che scelgono di tenere riservate, ma che gli scrittori potrebbero sfruttare a proprio favore.
Read More

Autopubblicare un libro nel 2016: è il momento di concentrarsi sui mercati internazionali

Screenshot 2015-08-31 11.16.41

Allora, che ne pensate della serie dedicata alle novità che attendono gli scrittori indipendenti in questo 2016?

Tirando le somme, si può affermare che assisteremo ad una fusione di generi, tra televisione, cinema e romanzo, ma che comunque la narrativa seriale continuerà fare da padrona. Tendenza strettamente collegata all’aumento della lettura sui dispositivi mobili. Infatti, come abbiamo visto, dai nuovi scrittori ci si aspetta la capacità di creare storie direttamente per il digitale, o comunque di integrare il classico romanzo con contenuti “liquidi” (che dopo “storytelling” è uno degli ultimi termini di tendenza :) )

Facciamo, adesso, un’ultima considerazione su come muoversi da indipendenti in un mercato che diventa sempre più a portata di clic.
Read More

Kindle Spy: il reverse engineering applicato agli ebook

kdspy

Il processo di reverse engineering (anche chiamato in italiano ingegneria inversa) consiste nell’analisi dettagliata del funzionamento, progettazione e sviluppo di un oggetto (dispositivo, componente elettrico, meccanismo, software, ecc.) al fine di produrre un nuovo dispositivo o programma che abbia un funzionamento analogo, magari migliorando o aumentando l’efficienza dello stesso, senza in realtà copiare niente dall’originale.

Fonte Wikipedia

Vi starete chiedendo, ma che c’azzecca il reverse engineering con gli ebook e la scrittura online?
Per spiegarvelo vi introduco ad un altro concetto, quello della Long Tail, la “coda lunga”, ovvero, il meccanismo per cui quanto più un prodotto è di nicchia, tanto più avrà possibilità di profitto.

Individuare la giusta nicchia di lettori è una questione fondamentale per gli scrittori autopubblicati, o aspiranti tali, poiché, prima di lanciare un libro online, bisognerebbe chiedersi: se il manoscritto è stato rifiutato dalle case editrici, troverà su Internet un pubblico di lettori interessati a comprarlo?
Read More

Il 2016 dei nuovi scrittori, tra carta e digitale

writing-tools

Già alla fine dello scorso anno, uno studio Nielsen rivelò la crescente tendenza dei consumatori a preferire la lettura su smartphone. E se gli editori tradizionali oppongo ancora una forte resistenza al cambiamento, è compito degli scrittori coltivare invece il rapporto tra carta e digitale, fin dall’ideazione e creazione dei propri libri.

Non si tratta solo di animare un racconto con immagini, video e grafica. Parte di ciò che rende la narrativa affascinante è la capacità di evocare immagini. Bisogna stare attenti a non rovinare questo aspetto della narrazione. Tuttavia, gli scrittori oggi dovrebbero almeno prendere in considerazione l’idea di raccontare storie in modi diversi, attraverso diversi dispositivi.
Read More

Pubblicare su Wattpad: 3 cose che dovreste assolutamente sapere

Wattcop

E’ ufficialmente disponibile sugli store digitali “Wattpad, istruzioni per l’uso”, il 4° ebook della serie dedicata alla letteratura 2.0, una guida per ottenere il massimo dai vostri racconti online. Per l’occasione vi propongo una serie di slide riassuntive dei temi trattati.

Read More

Scrittura seriale: come creare suspense in un racconto

creating-suspense-using-gen

Estratto da “Wattpad, istruzioni per l’uso”

(…) se l’intenzione è di pubblicare un racconto che si compone di molteplici episodi, un personaggio deve sembrare avvicinarsi all’obiettivo, senza raggiungerlo completamente; ci devono essere cambi di direzione, colpi di scena, variazioni di ritmo e velocità, poiché una storia che si rispetti mette il lettore difronte a continui interrogativi, sia circa l’interpretazione della trama (dove siamo? Chi sono i personaggi? Cosa vogliono?), che dal punto di vista emozionale (cosa accadrà e perché?), motivandolo a proseguire attraverso la storia, ipotizzando possibili sviluppi, o sperando in un risultato mentre ne teme un altro. In particolare, sono le domande che potenzialmente potrebbero rimanere in sospeso a risultare cruciali per la suspense.

Questa può risiedere in una semplice domanda, come abbiamo visto, del tipo: che cosa sta per succedere? Oppure, il lettore può essere consapevole di cosa sta per accadere, ma non sa come accadrà o addirittura, sa esattamente cosa succederà, sa come, ma è ansioso di scoprire come reagirà il personaggio. Tutto dipende dagli indizi che vorrete lasciare lungo l’arco della storia e da ciò che invece intendete omettere.
Read More