Quando letteratura ed informatica si incontrano

via InfoWebTech: "nasce il progetto 'storiacontinua' il cui scopo è spiegare i cambiamenti nel mondo della letteratura ai tempi di internet e del web 2.0"

Segui Storia Continua
Per Scrivere

Per Scrivere

Su Storia Continua scoprirai linguaggi nuovi e nuove tecnologie per diventare un Vero Scrittore dell’Era Digitale; non dovrai più metterti alla ricerca di un editore e non dovrai stampare pile e pile di carta per farti conoscere
Read More
Pubblicare

Pubblicare

Storia Continua ti guida tra i migliori siti per pubblicare da solo il tuo libro. Qui trovi le interviste ai più importanti self-publisher italiani e le tabelle comparative dei vari servizi per l’auto-pubblicazione attivi online.
Read More
Diffondere

Diffondere

Comporre una trama che sia avvincente attraverso brevi battute è davvero tutta un’altra storia; non si tratta soltanto di spezzettarla in frasi da 140 caratteri. Storia Continua ti svela i 3 segreti della narrativa di successo sui social media.
Read More
Le tue storie online

Le tue storie online

Su Storia Continua puoi imparare come fare per i tuoi racconti una promozione dell'"Altro Mondo", grazie ai suggerimenti dei più importanti scrittori, self-publisher ed esperti di marketing a livello internazionale
Read More

Le migliori applicazioni web per creare libri interattivi

transmedia-storytelling

Adesso che si è definitivamente chiusa anche questa pausa estiva, molti di voi staranno tornando dalle vacanze portandosi dietro i soliti buoni propositi e qualche nuovo progetto creativo. Quale momento più adatto, allora, per proporvi un post che raccoglie i migliori strumenti messi a disposizione del web per dare loro vita, con un tocco innovativo?

Non si tratta di software che dovrete scaricare sui vostri pc e che richiedono spesso un certo livello di conoscenze tecniche, ma di siti a cui dovrete semplicemente iscrivervi per poter cominciare ad utilizzare la serie di tool per la pubblicazione che mettono a disposizione.
Read More

4 lezioni da imparare per scrivere sulle nuove piattaforme digitali

Episode

Kathryn Stanley è una scrittrice di Los Angeles che ha riscosso grande successo con “Finding Mr. Wright”, un racconto interattivo pubblicato tramite la piattaforma Episode. Al termine della sua esperienza ha voluto dare agli autori alcuni utili consigli su come sfruttare al meglio questi nuovi strumenti di storytelling.

image_episode “Episode permette di sceneggiare una storia e poi trasformarla in un racconto interattivo animato, accessibile tramite cellulare. Combina parti di spettacoli televisivi, fumetti e romanzi, e fornisce la possibilità unica per i lettori di avere un certo controllo sulla storia.”

La Stanley ha spiegato inoltre di essersi interessata a questo genere di piattaforme di pubblicazione perché si avvicinano alla narrazione da una prospettiva completamente nuova: ogni storia è ideata esclusivamente per i dispositivi digitali e non viene perciò riadattata successivamente.

Proprio per tale motivo ci sono degli aspetti della scrittura che vanno tenuti sotto controllo. Ecco quali secondo Kathryn Stanley:
Read More

Creatavist: dal libro all’App con un clic

tCreatavist

Utilizzato per la realizzazione dell’e-magazine di giornalismo narrativo The Atavist, questo potente strumento di pubblicazione è stato finalmente reso disponibile per aiutare tutti – scrittori, editori e artisti – a creare storie digitali.

“L’idea” spiegano i fondatori di The Atavist “è che non importa dove sia la produzione: se hai una storia da raccontare, sia essa in un video, un saggio fotografico o qualche altra cosa, puoi entrare nel sistema, progettare il tuo lavoro come più ti aggrada e premere invio per pubblicare…tutto in un solo luogo”.

Vediamo insieme se è davvero così semplice. Read More

Zeitgeist Hotel saga horror in adozione

UNA STANZA GRIGIA (pic)

Pubblicata da Reda Wahbi, studente presso l’Università di Parma, “Zeitgeist Hotel” è una saga di genere horror/drammatico che si compone di otto diversi capitoli, disponibili di volta in volta per la lettura e il download sul blog omonimo.

“La pubblicazione dei racconti a puntate e la successiva autopubblicazione come volume unico della prima stagione è nata dall’esigenza di un maggior controllo sui contenuti, data la mole di materiale che Zeitgeist Hotel prevede”.

Le storie che comporranno la saga Read More

L’Italia vista con “Occhi di Ghiaccio” – ebook in adozione

OcchidiGhiaccio_cover

Un noir ambientato nel Nord Italia è il romanzo autopubblicato scelto per chiudere l’iniziativa “Ebook in Adozione” di giugno.

Scritto da Ivo Roata, un imprenditore del cuneese, “Occhi di Ghiaccio” non è soltanto la solita storia di serial killer, ma ci riporta il quadro di un paese in declino: tra politici collusi, imprenditori di dubbia onestà e affaristi al soldo dei boss, si muove l’uomo dagli “occhi di ghiaccio”, indisturbato ed implacabile come un “Jack lo squartatore” moderno.

E’ l’ambientazione a rendere la trama ancora inquietante, perché descritta dall’interno con la consapevolezza di un uomo che in quell’area vive e lavora.
Read More

Pubblicare con Medium, per testare la propria scrittura e trovare lettori appassionati

Medium-1

Torniamo ad occuparci di nuovi strumenti per pubblicare libri online grazie al contributo di Valentina Bertani, blogger e amministratrice di Word in Progress.
In questo guest post ci racconta la sua esperienza con Medium, piattaforma editoriale che sta utilizzando per la stesura, praticamente in tempo reale, di un romanzo di fantascienza/young adult dal titolo ProjectA14.

“Il progetto è ancora nella fase iniziale. Su Medium potete trovare un prologo e i primi due capitoli, corredati da alcuni appunti di lavorazione.
ProjectA14 nasce dall’unione di altri due progetti ai quali ho lavorato negli ultimi anni, una novelette a tema fantascientifico/horror/cyberpunk che avevo intitolato ‘Sogno Lucido’ e una congerie di appunti per il NaNoWriMo 2013, raccolti sotto il titolo di ‘Angelus Project’. Il tema dei due progetti è affine e così ho voluto provare a unire le due storyline in un unico progetto. Si tratta più che altro di un lavoro di revisione, riorganizzazione e raccordo di questi due testi”.

Perché ho scelto Medium Read More

Storie (interattive) d’Estate, il contest che mette in palio un contratto di edizione

nde-theincipit-storiedestate

L’estate è un buon momento per mettersi a scrivere e, perché no, provare ad ottenere anche un vero contratto di edizione. Lo avranno pensato anche quelli di Nativi Digitali Edizioni quando, insieme a TheIncipit, hanno deciso di lanciare il contest letterario “Storie d’Estate”.

Il concorso è dedicato ai racconti interattivi, che prevedono cioè il contributo del pubblico al loro sviluppo. Come stabilito dalle regole della piattaforma di scrittura online TheIncipit.com, ogni storia dovrà essere composta da 10 episodi, ognuno con un finale aperto a tre possibili evoluzioni, in questo modo la prosecuzione della trama dipenderà da quella più votata dai lettori.

Modalità di partecipazione

I partecipanti hanno tempo fino al 30 giugno 2014 per pubblicare il primo episodio del proprio racconto “Storie d’estate”. Il concorso termina domenica 20 luglio 2014, entro tale data i racconti devono essere terminati con la pubblicazione del decimo episodio. Read More

Cos’è l’Assisted selfpublishing e perché è importante per pubblicare un libro

Self Publishing Assistant

Quando si decide di autopubblicare il proprio libro si diventa in pratica editori di se stessi (quante volte ve lo sarete sentito ripetere ormai!). Ovviamente ci sono diversi vantaggi per chi intraprende questa strada, come il restare in possesso di tutti i diritti connessi alla propria opera e il poterla rendere immediatamente disponibile sul mercato.

Allo stesso tempo però il selfpublishing rappresenta anche una sfida non da poco per gli autori, che si assumono la responsabilità di apprendere i meccanismi dell’industria editoriale, conoscerne l’aspetto fiscale ed economico, gli standard di qualità, ecc…

Alla fine chiunque potrebbe sentirsi sopraffatto, per questo l’Assisted Selfpublishing, cui si accennava nel precedente articolo, potrebbe rivelarsi la scelta più sensata. L’autopubblicazione assistita, infatti, ha proprio lo scopo di abbassare questa curva di apprendimento, grazie all’impiego di professionisti in grado di affiancare gli autori durante tutto il processo di pubblicazione.
Read More

Hai una storia da raccontare? Pubblicala in un “Blook”

blook_revenue

Si stanno diffondendo negli ultimi tempi un nuovo genere di piattaforme di blogging predisposte per la creazione e la modifica dei contenuti direttamente on-page, ossia, che non dispongono di un pannello di amministrazione vero e proprio per l’inserimento dei post o un codice sorgente su cui andare a lavorare per modificarne l’aspetto. Gli strumenti sono ridotti al minimo, eppure a tale semplicità corrisponde anche la possibilità di creare pubblicazioni di altissima qualità.

Insomma, non si tratta più solo di creare un blog ma dei veri e propri prodotti editoriali, pur non avendo conoscenze tecniche specifiche. A comprendere questo assottigliarsi del confine tra ciò che distingue un blog da un libro è stato (forse non per primo ma certamente ancora tra i pochi) il team di Blookist.

“Volevamo rendere la pubblicazione online ancora più facile di quanto sia mai stata prima. Anche se il blogging in sé è abbastanza semplice e lineare, perdersi nel mare di messaggi non correlati o anche gestire più blog per diversi argomenti non sembra il modo migliore per organizzare i contenuti. Perché trascurare un concetto che è stato dimostrato attraverso i millenni con i libri?
Read More

DIY o Assisted selfpublishing? Il miglior modo per pubblicare un libro

team-publishing-2

Self-publishing è un termine improprio, visti i vari modi in cui gli autori possono pubblicare libri al di fuori dell’editoria tradizionale. In particolare, possiamo considerare due modalità di pubblicazione indipendente: DIY (Do It Yourself) e auto-pubblicazione assistita. La prima è utilizzata dagli autori che intendono fare tutto da soli; la seconda è per gli autori che preferiscono coinvolgere altri professionisti, in particolare per i servizi che di norma vengono forniti dagli editori tradizionali, ovvero, grafica, editing, marketing e promozione.

Quale delle due modalità di pubblicazione è la migliore? Gli autori farebbero meglio a risparmiare i loro soldi o esistono dei vantaggi nell’affidarsi alle competenze di un team editoriale?

All’inizio del 2014 un sondaggio svolto da Digital Book World e Writer’s Digest Author, ha chiesto agli autori auto-pubblicati se e di che tipo di servizi hanno usufruito a supporto dei loro progetti editoriali, così come quanto hanno speso complessivamente per realizzare il loro ultimo libro auto-pubblicato. Il campione di indagine considerato comprende 2.197 autori, tra ibridi e auto-pubblicati; non rappresentano la popolazione degli auto-pubblicati, dal momento che l’indagine è volontaria, però le loro risposte lasciano intuire l’esistenza di una correlazione tra i guadagni ottenuti e i servizi acquisiti. Read More