Quando letteratura ed informatica si incontrano

via InfoWebTech: "nasce il progetto 'storiacontinua' il cui scopo è spiegare i cambiamenti nel mondo della letteratura ai tempi di internet e del web 2.0"

Segui Storia Continua
Per Scrivere

Per Scrivere

Su Storia Continua scoprirai linguaggi nuovi e nuove tecnologie per diventare un Vero Scrittore dell’Era Digitale; non dovrai più metterti alla ricerca di un editore e non dovrai stampare pile e pile di carta per farti conoscere
Read More
Pubblicare

Pubblicare

Storia Continua ti guida tra i migliori siti per pubblicare da solo il tuo libro. Qui trovi le interviste ai più importanti self-publisher italiani e le tabelle comparative dei vari servizi per l’auto-pubblicazione attivi online.
Read More
Diffondere

Diffondere

Comporre una trama che sia avvincente attraverso brevi battute è davvero tutta un’altra storia; non si tratta soltanto di spezzettarla in frasi da 140 caratteri. Storia Continua ti svela i 3 segreti della narrativa di successo sui social media.
Read More
Le tue storie online

Le tue storie online

Su Storia Continua puoi imparare come fare per i tuoi racconti una promozione dell'"Altro Mondo", grazie ai suggerimenti dei più importanti scrittori, self-publisher ed esperti di marketing a livello internazionale
Read More

Zeitgeist Hotel saga horror in adozione

UNA STANZA GRIGIA (pic)

Pubblicata da Reda Wahbi, studente presso l’Università di Parma, “Zeitgeist Hotel” è una saga di genere horror/drammatico che si compone di otto diversi capitoli, disponibili di volta in volta per la lettura e il download sul blog omonimo.

“La pubblicazione dei racconti a puntate e la successiva autopubblicazione come volume unico della prima stagione è nata dall’esigenza di un maggior controllo sui contenuti, data la mole di materiale che Zeitgeist Hotel prevede”.

Le storie che comporranno la saga Read More

L’Italia vista con “Occhi di Ghiaccio” – ebook in adozione

OcchidiGhiaccio_cover

Un noir ambientato nel Nord Italia è il romanzo autopubblicato scelto per chiudere l’iniziativa “Ebook in Adozione” di giugno.

Scritto da Ivo Roata, un imprenditore del cuneese, “Occhi di Ghiaccio” non è soltanto la solita storia di serial killer, ma ci riporta il quadro di un paese in declino: tra politici collusi, imprenditori di dubbia onestà e affaristi al soldo dei boss, si muove l’uomo dagli “occhi di ghiaccio”, indisturbato ed implacabile come un “Jack lo squartatore” moderno.

E’ l’ambientazione a rendere la trama ancora inquietante, perché descritta dall’interno con la consapevolezza di un uomo che in quell’area vive e lavora.
Read More

Pubblicare con Medium, per testare la propria scrittura e trovare lettori appassionati

Medium-1

Torniamo ad occuparci di nuovi strumenti per pubblicare libri online grazie al contributo di Valentina Bertani, blogger e amministratrice di Word in Progress.
In questo guest post ci racconta la sua esperienza con Medium, piattaforma editoriale che sta utilizzando per la stesura, praticamente in tempo reale, di un romanzo di fantascienza/young adult dal titolo ProjectA14.

“Il progetto è ancora nella fase iniziale. Su Medium potete trovare un prologo e i primi due capitoli, corredati da alcuni appunti di lavorazione.
ProjectA14 nasce dall’unione di altri due progetti ai quali ho lavorato negli ultimi anni, una novelette a tema fantascientifico/horror/cyberpunk che avevo intitolato ‘Sogno Lucido’ e una congerie di appunti per il NaNoWriMo 2013, raccolti sotto il titolo di ‘Angelus Project’. Il tema dei due progetti è affine e così ho voluto provare a unire le due storyline in un unico progetto. Si tratta più che altro di un lavoro di revisione, riorganizzazione e raccordo di questi due testi”.

Perché ho scelto Medium Read More

Storie (interattive) d’Estate, il contest che mette in palio un contratto di edizione

nde-theincipit-storiedestate

L’estate è un buon momento per mettersi a scrivere e, perché no, provare ad ottenere anche un vero contratto di edizione. Lo avranno pensato anche quelli di Nativi Digitali Edizioni quando, insieme a TheIncipit, hanno deciso di lanciare il contest letterario “Storie d’Estate”.

Il concorso è dedicato ai racconti interattivi, che prevedono cioè il contributo del pubblico al loro sviluppo. Come stabilito dalle regole della piattaforma di scrittura online TheIncipit.com, ogni storia dovrà essere composta da 10 episodi, ognuno con un finale aperto a tre possibili evoluzioni, in questo modo la prosecuzione della trama dipenderà da quella più votata dai lettori.

Modalità di partecipazione

I partecipanti hanno tempo fino al 30 giugno 2014 per pubblicare il primo episodio del proprio racconto “Storie d’estate”. Il concorso termina domenica 20 luglio 2014, entro tale data i racconti devono essere terminati con la pubblicazione del decimo episodio. Read More

Cos’è l’Assisted selfpublishing e perché è importante per pubblicare un libro

Self Publishing Assistant

Quando si decide di autopubblicare il proprio libro si diventa in pratica editori di se stessi (quante volte ve lo sarete sentito ripetere ormai!). Ovviamente ci sono diversi vantaggi per chi intraprende questa strada, come il restare in possesso di tutti i diritti connessi alla propria opera e il poterla rendere immediatamente disponibile sul mercato.

Allo stesso tempo però il selfpublishing rappresenta anche una sfida non da poco per gli autori, che si assumono la responsabilità di apprendere i meccanismi dell’industria editoriale, conoscerne l’aspetto fiscale ed economico, gli standard di qualità, ecc…

Alla fine chiunque potrebbe sentirsi sopraffatto, per questo l’Assisted Selfpublishing, cui si accennava nel precedente articolo, potrebbe rivelarsi la scelta più sensata. L’autopubblicazione assistita, infatti, ha proprio lo scopo di abbassare questa curva di apprendimento, grazie all’impiego di professionisti in grado di affiancare gli autori durante tutto il processo di pubblicazione.
Read More

Hai una storia da raccontare? Pubblicala in un “Blook”

blook_revenue

Si stanno diffondendo negli ultimi tempi un nuovo genere di piattaforme di blogging predisposte per la creazione e la modifica dei contenuti direttamente on-page, ossia, che non dispongono di un pannello di amministrazione vero e proprio per l’inserimento dei post o un codice sorgente su cui andare a lavorare per modificarne l’aspetto. Gli strumenti sono ridotti al minimo, eppure a tale semplicità corrisponde anche la possibilità di creare pubblicazioni di altissima qualità.

Insomma, non si tratta più solo di creare un blog ma dei veri e propri prodotti editoriali, pur non avendo conoscenze tecniche specifiche. A comprendere questo assottigliarsi del confine tra ciò che distingue un blog da un libro è stato (forse non per primo ma certamente ancora tra i pochi) il team di Blookist.

“Volevamo rendere la pubblicazione online ancora più facile di quanto sia mai stata prima. Anche se il blogging in sé è abbastanza semplice e lineare, perdersi nel mare di messaggi non correlati o anche gestire più blog per diversi argomenti non sembra il modo migliore per organizzare i contenuti. Perché trascurare un concetto che è stato dimostrato attraverso i millenni con i libri?
Read More

DIY o Assisted selfpublishing? Il miglior modo per pubblicare un libro

team-publishing-2

Self-publishing è un termine improprio, visti i vari modi in cui gli autori possono pubblicare libri al di fuori dell’editoria tradizionale. In particolare, possiamo considerare due modalità di pubblicazione indipendente: DIY (Do It Yourself) e auto-pubblicazione assistita. La prima è utilizzata dagli autori che intendono fare tutto da soli; la seconda è per gli autori che preferiscono coinvolgere altri professionisti, in particolare per i servizi che di norma vengono forniti dagli editori tradizionali, ovvero, grafica, editing, marketing e promozione.

Quale delle due modalità di pubblicazione è la migliore? Gli autori farebbero meglio a risparmiare i loro soldi o esistono dei vantaggi nell’affidarsi alle competenze di un team editoriale?

All’inizio del 2014 un sondaggio svolto da Digital Book World e Writer’s Digest Author, ha chiesto agli autori auto-pubblicati se e di che tipo di servizi hanno usufruito a supporto dei loro progetti editoriali, così come quanto hanno speso complessivamente per realizzare il loro ultimo libro auto-pubblicato. Il campione di indagine considerato comprende 2.197 autori, tra ibridi e auto-pubblicati; non rappresentano la popolazione degli auto-pubblicati, dal momento che l’indagine è volontaria, però le loro risposte lasciano intuire l’esistenza di una correlazione tra i guadagni ottenuti e i servizi acquisiti. Read More

Racconti dalle città senza nome – ebook in adozione

Rumigal

Storia Continua ospita ancora una volta Andrea Khaldi, alias Rumigal, ovvero John D. Barleycorn… Insomma l’ideatore del progetto collettivo la Città delle Storie, questa volta per la presentazione, nell’ambito dell’iniziativa Ebook in Adozione, di “People in a City” raccolta di racconti gratuita.

“La maggior parte dei racconti sono stati scritti senza che ci fosse un collegamento – amo molto le atmosfere oniriche e mi piace mescolare finzione e realtà – poi, arrivato alla fine, ho scoperto che c’era un filo rosso che mi ha permesso di rendere omogenea l’intera raccolta: la difficoltà nel riuscire a dare un senso alla propria esistenza.

“I racconti sono tutti ambientati in una Città senza nome, e parlano di numerosi personaggi che la abitano, di eventi casuali e pomeriggi e nottate alla ricerca di conferme e affermazione”.

Sinossi Read More

La letteratura digitale NON è un ebook: come pensare in modo diverso alla scrittura e le sue possibilità

HopperOfficeatNight

Vi propongo un interessante articolo a firma di Chris Fischbach della statunitense Coffee House Press, in cui racconta la sua esperienza nella ricerca di nuove forme di pubblicazione.

Liberamente tradotto da “Literature Is Not the Same Thing as Publishing”.

L’editoria è sempre nostalgica nei confronti di una mitica età dell’oro, quella che esisteva prima della cosiddetta morte della stampa, il fattore di Amazon, l’aumento del self-publishing e il presunto declino della lettura. La letteratura, come si è letto e scritto spesso, è invece indifferente.

Almeno questo è il modo in cui alcuni stanno pensando e agendo per fare letteratura, per pubblicarla in modi nuovi, aggirando la negatività che spesso offusca gli stati d’animo di quelli che hanno scelto questa professione.

La Tin House ne è un esempio: il modo in cui trasforma libri classici di pubblico dominio in splendida arte visiva fa venire voglia di acquistarli di nuovo, anche se si dispone già di una copia.

Queste attività non sono un’estensione del marketing o della pubblicità, questi editori stanno creando nuovi tipi di contenuti per connettersi con i lettori in nuovi modi, cosa che gli editori tradizionali non fanno. La letteratura, in questi casi, è meno prodotto e più impegno nel soddisfare i diversi e mutevoli bisogni e desideri del pubblico. Significa essere in grado di distribuire contenuti comunque e dovunque il lettore o scrittore vuole.

Che cosa è, allora, un editore se si tolgono i libri dall’equazione? Qual è il prossimo passo? Che cosa significa innovazione nel contesto dell’editoria letteraria? Read More

Paradossi temporali ed enigmi da risolvere “Nella Tela del Tempo” ebook fantasy in adozione

nella-tela-del-tempo11

L’ebook in adozione che chiude il mese di maggio è un romanzo intriso di mistero e, vista l’ambientazione, un’ottima lettura per l’estate: “Nella Tela del Tempo”.
Un fantasy storico scritto a quattro mani da Barbara Nalin, già autrice de “I guerrieri dell’Arcobaleno” (Cerchio della Luna Edizioni, 2000), con la consulenza della life coach Tiziana Recchia.

Dall’unione di queste due professioniste – una responsabile d’ufficio estero e una consulente aziendale – credo non potesse nascere altro che l’idea di prendere la carta valori di un’impresa per farne un romanzo.

“L’ambientazione è ricaduta su Malta perché abbiamo pensato alla scala valoriale secondo cui era strutturato l’Ordine dei Cavalieri di Malta. Il nostro desiderio era quello di far riflettere il lettore sull’importanza di vivere la nostra esistenza in coerenza con i propri valori”.
Read More