Per la quinta edizione di Editech, la conferenza internazionale sulle nuove tendenze nell’ambito dell’innovazione tecnologica editoriale, l’Associazione Italiana Editori, oltre al programma ufficiale di incontri previsti per il 21 giugno a Milano – alla presenza tra gli altri di Angela Bole del Book Industry Study Group americano (BISG), Riccardo Cavallero (Mondadori), Massimo Turchetta (Rcs Libri), Stephanie Duncan (Bloomsbury) e Michael Mabe (STM Association) – ha organizzato in collaborazione con il TOC (Tools of Change for Publishing) e l’IPDF (International Digital Publishing Forum) due seminari tecnici sullo sviluppo dei contenuti digitali.

Le potenzialità dell’HTML5 e dell’EPUB 3
Milano, 22 Giugno 2012, presso la sede dell’Associazione Italiana Editori. Orario: 9.30/17.00

Il seminario offrirà una panoramica aggiornata sulle potenzialità per il settore editoriale dei nuovi formati per produrre libri digitali.
La prima parte della giornata sarà riservata all’HTML5, a seguire un aggiornamento sulle specifiche dell’EPUB 3. In entrambi i casi oltre a fornire una panoramica generale, si porrà un particolare focus sulle potenzialità che offrono per la creazione di ebook che vadano oltre le tradizionali forme narrative principalmente testuali.
Per quanto riguarda l’HTML5 il seminario in particolare si concentrerà sulle canvas HTML5, la geolocalizzazione e gli arricchimenti audio e video.
Dopo un tutorial che fornirà indicazioni pratiche su come utilizzare le marcature HTML e il codice Javascript per implementare queste caratteristiche, il workshop si concentrerà sul corrente stato di compatibilità dell’HTML5 con le principali piattaforme di lettura per file EPUB (iBooks, Nook Color, Adobe Digital Editions).
Per quanto riguarda l’EPUB 3 si analizzeranno le problematiche dei flussi di lavorazione, descritte le specifiche del fixed-layout e quelle relative alla produzione di titoli accessibili, discussi i possibili utilizzi in ambito editoriale e gli impatti in termini di procedure di lavorazione e di riutilizzabilità dei contenuti.

Libri digitali di qualità
Progettare ebook a misura di lettore: buone pratiche ed errori da evitare

Gli ebook vengono spesso assimilati ai libri in edizione economica, ma il rischio è che libri digitali poco curati possano allontanare i lettori che si aspettano anche sugli schermi esperienze di lettura coinvolgenti e di qualità.
La semplice digitalizzazione del testo stampato non è più sufficiente. La progettazione e la realizzazione dei libri digitali richiedono grande attenzione per rendere bene, anche sullo schermo, ciò che su carta è scontato: girare facilmente le pagine, creare dei segnalibri, visualizzare le doppie pagine.
Il seminario fornirà ai partecipanti esempi pratici e consigli operativi per mettere in atto quei piccoli, ma spesso risolutivi, interventi nella struttura, nella caratterizzazione tipografica e nell’impaginazione del testo, che portano a realizzare ebook di qualità e a misura di lettore, per i quali sia possibile richiedere un giusto prezzo.

Tematiche correlate verranno approfondite durante la Conferenza anche con Ana Maria Allessi di HarperMedia, James Atlas per Amazon Publishing e Craig Mod di Pre/Post Book, che daranno spazio ai nuovi testi, cosiddetti fluidi, multi-device e multi–piattaforma; Kristen McLean di Bookigee e Luc Audrain di Hachette, spiegheranno come si progettano i prodotti-libro al tempo dell’agile publishing; infine Hermes Piqué di Robotmedia si soffermerà su come ripensare il marketing per i prodotti digitali.

Editech 2012 si potrà seguire su Twitter all’indirizzo @Editech2012 e su Linkedin.

@Editech2012 le buone pratiche nell’editoria ultima modifica: 2012-06-20T18:50:10+00:00 da Sonia Lombardo