Muore a 85 anni lo scrittore Carlo Fruttero.
Scrive Ezio Mauro su Repubblica: “adesso la coppia è davvero finita, perché con la morte di Carlo Fruttero scompare anche quel modo di scrivere, quella sottile perfidia dello sguardo, quel disincanto acuto del racconto che apparteneva a tutti e due. E che Franco Lucentini non era riuscito a portarsi via con la morte.”

Il sodalizio artistico fra i due inizia nel 1952 e prosegue per mezzo secolo, fino al suicidio di Franco Lucentini nel 2002. Scrivono romanzi molto amati dal pubblico, soprattutto di genere poliziesco e dirigono, sempre insieme, per oltre vent’anni (1961 – 1986)la collana di fantascienza “Urania” della Mondadori.

Tra i loro grandi successi il best seller del 1972 “La donna della domenica” che diventa un film tra i più amati degli anni Settanta, con la regia di Luigi Comencini.

Dopo la morte di Lucentini, Fruttero smette di scrivere per quattro anni, finché nel 2006 pubblica “Donne informate sui fatti” finalista al Premio Campiello 2007; titolo che gli verrà assegnato solo tre anni dopo come premio alla carriera.

Nel video, una puntata del programma sui libri ‘L’arte di non leggere’, condotto per la Rai dalla coppia letteraria.

Addio…

La fine della “ditta” F&L, diciamo addio anche a Carlo Fruttero ultima modifica: 2012-01-16T06:47:30+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!