Ieri, grazie alla chat di Facebook (utile per quanto scomoda) ho preso contatti con Roberto Secci, ideatore di BookFace “primo romanzo a più mani scritto dagli utenti di Facebook”.

Roberto si è detto disponibile a rispondere alle nostre curiosità sul suo progetto. Quindi, molto presto la sua intervista sarà disponibile su StoriaContinua.

Nel frattempo vi consiglio di dare uno sgurdo alla bacheca della Fan Page dove si sviluppa il romanzo, vi assicuro che in qualche modo il progetto vi coinvolgerà e vi verrà voglia di lasciare scritte anche solo poche righe, come segno del vostro passaggio.

Almeno così è stato per noi che abbiamo contribuito all’inizio del 2° capitolo

Anne e Sopia e Lipari. Una combinazione esplosiva, a pensarci bene, proprio da quell’estate di 9 anni prima.

Mentre un bimbo veniva dato a battesimo, tra di loro nasceva un’amicizia senza precedenti, che nemmeno l’imminente partenza di Sopia, in viaggio premio post laurea, era riuscita ad impedire. Il caso aveva sempre… ricombinato gli eventi successivi in modo da farle reincontrare. Quasi sempre in estate, a pensarci bene, e quasi sempre il 15 di uno dei mesi caldi dell’anno.

Nel tempo Anne era diventata per Sopia come uno di quei numeri a cui credeva tanto, una sorta di amuleto a cui affidarsi prima di ogni scelta, cambiamento o abbandono determinante per la sua vita. O forse, non era la scaramanzia il fulcro della loro amicizia. Forse era più la capacità di Anne di scrollarsi tutto da dosso con una battuta.

In nove anni, con frasi del tipo “gioca i numeri a lotto, magari è un segno del destino!” era stata capace di rendere la vita di Sofia, di solito sempre così cervellotica e complicata, una vera passeggiata.

Per partecipare

BookFace, secondo noi ultima modifica: 2010-08-31T19:59:00+00:00 da Sonia Lombardo