Sono ancora indiscrezioni apparse sui giornali, ma a quanto pare Amazon starebbe meditando di avviare un servizio in abbonamento per la lettura dei libri online.
L’idea sarebbe quella di estendere la formula del programma Prime, che al momento consente agli utenti di guardare film in streaming per 79 dollari l’anno, anche alla sezione libri, cioè gli abbonati, senza alcun costo aggiuntivo, potranno leggere anche le versioni digitali dei bestseller di Amazon.

Si tratterebbe, quindi, di un servizio di noleggio, che potrebbe essere esteso entro la fine dell’anno anche ai possessori di Kindle, con l’apertura ufficiale del Kindle Library Lending. Una percentuale dei ricavi andrebbe ditribuita tra editori e autori sulla base del conteggio del numero di visualizzazioni ottenute da ogni ebook.

Ancora non si è a conoscenza della reazione degli editori rispetto alla proposta di Amazon, ma proprio questo silenzio lascerebbe intuire un certo scetticismo. Non sempre, infatti, la sperimentazione del noleggio di ebook si è rivelata fruttuosa, specie quando la contrattazione delle licenze è avvenuta con istituzioni pubbliche e biblioteche.

Eppure, c’è chi assicura che il noleggio “è una classica situazione in cui a guadagnare è tutta la filiera: si apre un canale di vendita nuovo. Ci guadagna il lettore, che può provare a basso prezzo dei libri che altrimenti non comprerebbe, ci guadagna l’editore, che monetizza l’interesse da parte di potenziali lettori che sono frenati dalla spesa, e a catena ci guadagnano il distributore e lo store”.
Ad affermarlo è Marco Croella di Simplicissimus Book Farm, società che ha lanciato, proprio nel maggio di quest’anno, l’innovativa Pay Per Read Machine.

E’ una tecnologia che consente agli editori distribuiti da STEALTH di scegliere se e quali titoli rendere disponibili per il noleggio. Alla scadenza del tempo prestabilito di utilizzo, l’ebook diventerà automaticamente illeggibile e il lettore potrà decidere, se lo vorrà, di acquistare definitivamente il libro o di noleggiarne un altro. Al momento hanno aderito circa 150 editori, ma date le ultime notizie giunte da oltre oceano, il numero potrebbe continuare a salire.

Certo, dopo aver assitito alle contese in merito alla regolamentazione del prezzo dei libri e degli sconti, è ironico apprendere che in Italia è già attivo ancora un altro servizio di prestito ebook, avviato dalla MediaLibraryOnLine in collaborazione con Edigita (RCS, Feltrinelli, Garzanti e Bompiani), che rende accessibili agli utenti della libreria digitale tutti i titoli del catalogo, per un massimo di 2 settimane, a titolo completamente gratuito.

Come ti noleggio l’e-book ultima modifica: 2011-09-14T21:08:47+00:00 da Sonia Lombardo