Torna al Lingotto Fiere di Torino, dal 12 al 16 maggio 2011, il Salone Internazionale del Libro. Come abbiamo già avuto modo di anticipare, cuore di questa 24a edizione sarà la mostra “1861-2011, L’Italia dei Libri”: un percorso espositivo attraverso i grandi libri, gli autori, gli editori e i fenomeni editoriali che hanno caratterizzato la storia del nostro Paese, dall’unità ad oggi.

Un percorso che, quindi, non poteva che concludersi in uno spazio dedicato al libro del futuro. Un’area ri-nominata “Il sedicesimo decennio”, allestita in collaborazione con Telecom Italia, dove i visitatori potranno interagire direttamente con i libri grazie agli e-reader Biblet, Olipad e Galaxy S II, messi a disposizione, rispettivamente, da Tim, Olivetti e Samsung. Uno schermo touchscreen consentirà, inoltre, agli ospiti di sperimentare le potenzialità dell’interazione tra il web e la lettura e di condividere quest’esperienza con gli altri visitatori animando la scenografia dello spazio.

Ma l’interazione tra libri e tecnologia prosegue anche nell’area del Padiglione 2, che per il secondo anno consecutivo ospita “Invasioni Mediatiche”, il progetto dedicato alle produzioni culturali contemporanee. Un viaggio attraverso la tecnologia che sempre di più incrocia l’editoria e un modo nuovo e accattivante per entrare in contatto con i più importanti player dell’editoria hi-tech.

Nell’area Book to the future, le grandi società presenti al Salone, come Sony, BOL, Ebookizzati, Bookrepublic, Simplicissimus e Ginevra, mettono a disposizione del pubblico i vari device di lettura e le ultime novità del mercato dell’ebook.
Tra gli appuntamenti, ABC…Ebook, doppia fascia giornaliera dedicata alla prima alfabetizzazione sul mondo dell’editoria digitale e sull’utilizzo degli ebook reader, e il ciclo di incontri quotidiano Ebook startUp! con ospiti, fra gli altri, l’ideatore del blog Spinoza.it Alessandro Bonino e lo scrittore Paolo Nori.

Da non perdere, infine, gli incontri de l’Incubatore, lo spazio del Salone dedicato alle case editrici con meno di 24 mesi di vita e non legate a grandi gruppi editoriali. Segnaliamo, in particolare, “Editoria indipendente e digital publishing: il riscatto delle idee” a cura di Quintadicopertina e Area51 Publishing. E Striscia Business: incontri con librerie indipendenti, biblioteche, distributori e operatori professionali, durante i quali gli editori esordienti avranno l’occasione di confrontarsi con i professionisti del settore e individuare così le strategie migliori per farsi strada nel mercato editoriale.

XXIV Salone del Libro, tra grandi classici e libri del futuro ultima modifica: 2011-05-08T21:16:26+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!