Il direttore di Rai Tre, Antonio Di Bella, decide di chiudere la trasmissione “Per un pugno di libri”. Programma unico nel suo genere, uno dei pochi che ha avuto il coraggio e la capacità, l’intelligenza, di portare la letteratura in Tv.

Apprendo la notizia dal blog di Chiara Jato, consulente autrice della trasmissione prossima alla chiusura. Unico giornale, invece, a riportare il fatto è – non a caso – Il Fatto Quotidiano.

La vicenda è comunque ancora in corso, con rispettivo scambio di lettere tra il direttore di RaiTre e Articolo 21. Scrive Di Bella:

vorrei tranquillizzare te e quanti apprezzano Piero Dorfles, Neri Marcorè e le trasmissioni sui libri di Raitre (la rete che più parla di libri di tutta l’emittenza pubblica e privata). Alla domenica la nostra rete continuerà a parlare di libri in maniera anticonformista creativa e spiritosa. Dorfles e Marcorè sono fra le risorse più preziose della rete e sono destinati ad avere maggiore visibilità in questo e altri progetti. Mi permetti di cominciare, sottolineo cominciare, a ragionare con la stessa squadra che ha lavorato fino ad oggi su come continuare a fare ancora meglio divulgazione culturale e intrattenimento? O il mio ruolo è solo quello di custode dell’esistente? Come continuo a ripetere il problema è non solo difendere ma anche aggiornare l’identità di una rete.

Risponde Chiara, con altrettanti quesiti:

Un principio economico di base non è forse quello di migliorare l’esistente invece di cancellarlo e sostituirlo con l’ignoto?
Ma… è proprio necessario essere sempre spiritosi?

A voi la parola.

Update: Vi avevo detto che la vicenda è ancora in corso e, allora, per scongiurare la chiusura di “Per un pugno di libri” potete aderire al gruppo di sostegno su Facebook – se non lo avete già fatto – oppure firmare la petizione online.

Non si sa mai che a cambiare il corso delle vicende che riguardano la Rai, per una volta siano i telespettatori, anche quando non si tratta solo di pagare il canone.

La Rai chiude “Per un Pugno di libri” ultima modifica: 2010-03-08T18:10:35+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!