Cosa fanno gli autori del Collettivo di Scrittura Industriale Sic insieme a degli studenti, degli operatori sociali, alcuni giornalisti ed un benzinaio? Non ci crederete, ma realizzano un’antologia tematica sul significato della clandestinità.

Il volume, curato da Federico di Vita ed Enrico Piscitelli di Effequ Editore, si intitola “Clandestina” e raccoglie 12 storie, 11 disegni e un sonetto in cui ciascuono degli autori racconta, secondo proprie personalissime impressioni e senza alcuna retorica, in cosa consista realmente essere oggi un clandestino.

Clandestino è chi opera, si svolge, diffonde, senza l’approvazione dell’Autorità o contro il divieto di leggi vigenti; è chi agisce di nascosto, chi è costretto a occupare una scuola, per viverci, o chi fugge da un minilager per bambini, nell’Italia del presente; è un migrante che fugge dal Medio Oriente abbindolato dai lustrini delle TV commerciali e si trova catapultato nel lacerante squallore di una trasmissione di Enrico Papi, oppure un giovane ridotto allo stato di mitomania dopo anni di “apprendistato” non retribuito in una piccola casa editrice.
Il volume è un modo per manifestare tutti un dissenso, per riscoprire il proprio senso civico per affermare la coscienza di essere clandestini in questo Paese nei nostri tempi.

Il colletivo di scrittura “Clandestina” al completo:

  • Federico Longo, trentaduenne che lavora in progetti con migranti;
  • Davide Martirani, ventisetteenne retore a pagamento;
  • Francesco Sparacino, ventottenne tra i fondatori della rivista letteraria “Colla”;
  • Sic, la Scrittura industriale collettiva di Gregorio Magini e Vanni Santoni;
  • Ilaria Giannini, giornalista ventottenne;

  • Giacomo Buratti, studente universitario ventiduenne;
  • Ernesto Baj, regista trentenne di film per adulti;
  • Alessandro Romeo, studente ventiquattrenne;
  • Marco Montanaro, benzinaio ventottenne;
  • Andrea Buoninfante, operatore culturale trentaquattrenne;
  • Matilde Quarti, studentessa universitaria ventitreenne;
  • Angelo Calvisi, operatore sociale quarantatreenne;
  • Teo Baracca, poeta;
  • Sara Pavan, grafica.

“Clandestina” Effequ Editore – collana “Large”, 160 pagine della migliore produzione letteraria provenente da blog collettivi e riviste on-line Italiane.

12 racconti clandestini ultima modifica: 2010-11-17T12:45:37+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!