Nei suoi brevi 6 mesi di presenza sul Web, Storia Continua ha recensito appena 12 libri. Sono niente per un blog, ma tantissimi per il lettore medio italiano.

Adesso che si avvicina l’estate sembra, invece, scoppiare la febbre del libro; ho trovato centinaia di domande postate su forum e social network di persone che cercano un buon consiglio su quale volume infilare nella borsa da mare.

Così, disponendo i nostri 12 romazi, in bell’ordine nella libreria di Anobii, mi chiedevo: quale tra questi consiglierei io, come indispensabile lettura estiva?

Dopo una gravosa notte insonne, ecco le mie conclusioni:
sicuramente cosiglierei quello che io stessa sto leggendo per occupare le mie gravose notti insonni, ossia, il Diario Pulp di Strumm. Perchè? Dovrete aspettare la recensione per scoprirlo.

Poi, Acciaio di Silvia Avallone, Che la Festa Cominci di Ammaniti e, perchè no, Pane e Tempesta di Stefano Benni.

Sono tutti gradevoli, si lasciano leggere senza dovere ritornare sempre sulle stesse prime 4 righe troppo afflitti dalla canicola per concentrarvi “su cosa caspita vogliano davvero dire sti scrittori”, ma allo stesso tempo, non peccano di banalità.

Un’altra chicca potrebbe essere il nuovissimo – uscito proprio oggi –“Grande Elenco Telefonico della Terra” del blogger Macchianera, il quale spero mi rilasci a breve un’intervista.

E voi cosa leggerete questa estate?

Un libro per l’estate? ultima modifica: 2010-06-18T19:37:31+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!