Breve antefatto: negli ultimi tempi mi sono messa sotto a studiare l’inglese per riuscire ad inserirmi un ambito in cui quando parli di narrativa interattiva non ti guardano di traverso dicendo “scusa come?”, oppure ti senti dire “e si però il libro di carta…”.
Così, quando l’Interactive Fiction Technology Foundation ha aperto una posizione come Communication Manager mi sono subito lanciata allo sbaraglio… Inutile dirvi che hanno scelto qualcun altro, però poi mi è arrivata questa email:

Dear Sonia,
we were very intrigued by your application and would love to work with you to help us reach out to the Italian IF and e-lit community. We think that might give you an opportunity to practice your English, as well as helping us reach a new audience. Would you be interested in such a project?

Interested? Certo che ero interested, non stavo nei panni e non so dirvi quanto sia fiera di ospitare oggi uno dei primi articoli di questa nuova serie dedicata alla narrativa interattiva, sviluppata in collaborazione con Flourish Klink, membro della Fondazione, in esclusiva per gli scrittori italiani!

Missione e obiettivi

L’Interactive Fiction Technology Foundation (IFTF) nasce nel 2016 da un’idea di Chris Klimas, creatore di Twine e degli autori Jason McIntosh, Andrew Plotkin, Carolyn VanEseltine, con l’obiettivo di contribuire ad assicurare la manutenzione, il miglioramento e la conservazione degli strumenti e dei servizi fondamentali per la creazione e la distribuzione della narrativa interattiva, così come lo sviluppo di nuovi progetti per favorire la crescita continua di questa forma d’arte.

La fiction interattiva, primo tra i generi ad emergere nell’ambito del computer gaming, rimane ancora oggi un mezzo unico per sperimentatori e artisti. Può essere realizzata senza budget, senza un editore, senza una squadra di programmatori. Fin dai primi anni ’90 è stata sostenuta interamente da hobbisti, progetti open-source e associazioni di appassionati.
Lo scopo di IFTF è proprio di offrire un supporto organizzato a questi molti appassionati del genere, contribuendo a garantirne la sopravvivenza e la crescita, pur mantenendo i vantaggi offerti da questa forma di espressione unica.

Per mantenere e migliorare l’infrastruttura dell’Interactive Fiction, IFTF gestisce un fondo che investe, di volta in volta, nello studio e la conservazione della fiction interattiva; nella protezione legale della proprietà intellettuale; nella fornitura di server o account su piattaforme di hosting. Quindi, la Fondazione non sostiene direttamente i creatori, ma concentra i suoi sforzi sulle tecnologie che rendono possibile il loro lavoro.

Programmi attivi

Interactive Fiction Competition (IFComp) il festival che annualmente invita il mondo a condividere, giocare e giudicare nuove opere di creatori indipendenti. Essendo attivo dal 1995, dal 2016 sotto la gestione di IFTF, IFComp è la più duratura esposizione operativa al mondo per i videogiochi non commerciali. E’ gratuito, aperto al pubblico e si tiene interamente online. Il suo sito web mette in mostra le voci e vincitori delle passate edizioni, permettendo ai visitatori di navigare attraverso quella che è la storia della narrativa interattiva.

Sviluppo e gestione di Twine, strumento gratuito che permette a creatori di tutti i livelli di pubblicare fiction interattiva, basata sull’ipertesto. Lanciato nel 2009, è cresciuto rapidamente in popolarità e importanza, grazie anche all’assistenza legale e finanziaria fornita dalla Fondazione, che ne garantisce una sempre maggiore qualità, senza compromettere il libero accesso.

Misurare e migliorare l’accessibilità. Anche se la narrativa interattiva testuale presenta significativamente meno barriere per i giocatori con disabilità, rispetto alla maggior parte degli altri tipi di videogiochi, le tecnologie di creazione e di gioco avanzano rapidamente, non sempre ponendo la dovuta attenzione sull’accessibilità. IFTF intende stabilire gli standard e le linee guida permanenti a cui per il futuro le piattaforme di IF dovranno adeguarsi.

Infine, è previsto anche il lancio di un programma di borse di studio, per lo sviluppo di nuove proposte. Perciò, rimanete sintonizzati su Storia Continua per non perdere i prossimi articoli firmati IFTF, con fuoco su: strumenti e tecniche narrative; come scrivere Fanfiction interattiva; dove pubblicare per farsi conoscere, portali e premi per scrittori di narrativa interattiva. Oh non mi deludete, facciamogli vedere che anche in Italia la e-lit community è forte!
Per contribuire alle attività dell’IFTF, diffondete e condividete.

Spazio all’Interactive Fiction Technology Foundation: obiettivi e opportunità ultima modifica: 2017-05-05T15:43:32+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!