Abbiamo seguito con interesse – grazie a Giulio Mozzi che ha diligentemente pubblicato gli articoli uno ad uno – l’inchiesta de IlManifesto dedicata al lavoro editoriale, a coloro che rendono possibile la realizzazione di un libro, ma restano quasi sempre nell’ombra.

Agenti letterari, editor, redattori editoriali, grafici, revisori delle traduzioni, responsabili di uffici stampa, hanno raccontato in prima persona, dalle pagine del quotidiano, la loro esperienza.

Ci sembra importante riproporre qui i loro racconti affinché anche un aspirante scrittore possa rendersi conto di quale lavoro ci sia dietro la produzione di un libro e possa farne tesoro. E, ovviamente, anche per chi intende cimentarsi in uno di questi mestieri.

Prima che un testo diventi un libro – 1a parte

Un lavoro da samurai
di Antonio Franchini, direttore editoriale della narrativa Mondadori.

Se il mercato è all’estero quel che importa è la trama
di Viktoria von Schirach, scout per Random House Germania.

Noi dispensatori di erba voglio
di Daniela Pagani, ufficio stampa Neri Pozza.

Scienza e pazienza per confezionare ideedi Michele Luzzatto, editor per la saggistica della Bollati Boringhieri.

Anche le parole devono respirare
di Francesco Messina, art director della Bompiani.

Protagonisti dell’editoria – 2a parte

I luoghi della mente tra giudizi e pregiudizi
di Vittorio Lingiardi, direttore della collana Psichiatria, psicoterapia, neuroscienze di Raffaello Cortina Editore.

Mai scordare che l’editoria è pur sempre una industria
di Roberta Oliva, Agente letteraria della Natoli Stefan&Oliva.

Tutte le nostre esplorazioni si svolgono in terre di confine
di Giusi Drago e Giuliano Geri, editor della Zandonai.

La sfida è avere successo con libri che non si amano
di Paola Avigdor, Responsabile ufficio stampa Guanda.

Dicendo di no si ribadisce la sagoma di un catalogo
di Mariarosa Bricchi, direttore editoriale Bruno Mondadori Saggistica.

Protagonisti – 3a parte

La cassaforte di famiglia custodita nei tascabili
di Fabio Di Pietro, Paperback Editor Universale economica Feltrinelli.

Anche le scelte grafiche hanno un senso politico
di Alberto Lecaldano, art director di Voland.

Nella mente si affollano le scadenze di consegna
di Simona Olivito, Caporedattore delle edizioni e/o.

Dal potere delle idee a quello del passaparola
di Stefano Magagnoli, responsabile della narrativa Rizzoli.

Manovre per aggirare il narcisismo dell’autore
di Roberto Gilodi, agente letterario Reiser Agency.

Protagonisti – 4a parte

Cerchiamo opere che parlino al nostro tempo
di Matteo Codignola, Editor e ideatore della collana Minima per Adelphi.

Ora il compito è contrastare la crisi nell’era dell’e-book
di Luigi Bernabò, Direttore della Bernabò Agency.

Sensazioni tattili e visive aiutano nella scelta di un libro
di Cristiano Guerri, Art director di Feltrinelli.

Strategie per assicurare una buona traduzione
di Enrico Ganni germanista, editor della Einaudi.

Ampliare la ricezione di un titolo, è questo il nostro obiettivo
di Anna Gilardi, responsabile dell’ufficio stampa di Bollati Boringhieri.

Protagonisti – 5a parte

Al mercato offriamo emozioni e coraggio
di Martina Testa, editor della narrativa straniera e direttore editoriale di MinimumFax.

La tradizione inviata sul Web
di Nicola Attadio, responsabile dell’ufficio stampa di Laterza.

Invisibili ma pronti a cogliere la scintilla
di Rosaria Carpinelli, consulente editoriale.

Una parabola cominciata girando per le fiere
di Anna Pastore, editor per Sperling e Frassinelli.

Appunti per una dimensione erotica
di Guido Scarabottolo, Illustratore e grafico free-lance, art director Guanda.

Quel che sta dietro a un libro: i mestieri dell’editoria ultima modifica: 2011-08-26T19:34:26+00:00 da Sonia Lombardo
Share This!