Si conclude con un capitolo dal titolo “…e i Dodgers lasciarono Brooklyn”, la saga dedicata agli anni ’50 in “Eco di guerre lontane”, romanzo tra lo storico e l’autobiografico, scritto da Jean Claude Riviere per Wiki-Racconti

Perchè un episodio della cronaca sportiva staunitense per descrivere un decennio che per l’Italia ha rappresentato “il passaggio dall’infanzia alla pubertà”?

Secondo l’autore, l’immagine degli USA ha dominato tutti quegli anni di lento processo di maturazione della nostra allora giovane democrazia. Visti come “il sogno” o come “il nemico” da combattere, gli Stati Uniti rappresenatavano una figura in ogni caso imponente e determinate, il cui influsso si rifletteva nei cambiamenti, nelle abitudini e nei modi di vita.

Anche i personaggi di “Eco di guerre lontane” – Andrea, Vittorio e Leonardo – sebbene divenuti uomini e professionisti, non hanno rinunciato a quel sogno. Infatti, Vittorio, che negli Usa è riuscito a trasferirisi davvero, attende con ansia che anche i suoi due amici di sempre si decidano a raggiungerlo.

E’ dal suo caravan che assistiamo alla partita dei Dodgers: è il 1958, e due delle tre squadre di baseball di New York, appunto i Dodgers e i Giants, si trasferirono in California, rispettivamente a Los Angeles e a San Francisco.

Racconta Jean Claude: ” Il passaggio delle due squadre era avvenuto in un momento in cui altre grandi città americane aspiravano a partecipare alle Major Leagues sino allora ristrette a 16 squadre suddivise in due leghe”.

“Certo non è un avvenimento da cambiare il mondo, ma quasi sempre è il cambiamento in atto nel Mondo che determina l’avvenimento e, infatti, ciò che avveniva nel baseball non era che poca cosa nei confronti di quanto stava avvenendo nel Mondo. Specie in Italia dove quel gap che ci aveva tanto turbato all’arrivo in Italia degli americani si stava riducendo, almeno in fatto di usi e abitudini”. Quelli che caratterizzeranno poi tutto il decennio successivo.

Il boom degli anni ’60 esploderà anche nei prossimi capitoli di “Eco di guerre lontane”.

Buona lettura e buon divertimento.

Gli anni ’50 in un wiki ultima modifica: 2011-01-27T13:34:21+00:00 da Sonia Lombardo