Sembra finito il tempo degli pseudonimi, dei profili fittizi, delle pagine social dedicate ad un libro, con la copertina come immagine profilo. Permettetemi il gioco di parole: quando hai pubblicato un libro online, non puoi più nasconderti (il titolo del libro mi è passato per la testa durante tutto il tempo dedicato alla scrittura del post). Sempre più verrà chiesto agli scrittori online di mettersi in gioco in prima persona, sempre più spesso presentandosi davanti ad una webcam.

Secondo i ricercatori, entro il 2017, il consumo di video online genererà il 70% di tutto il traffico Internet e le piattaforme di video online raggiungeranno oltre l’80% di tutti gli utenti nel mondo.

Dopo il lancio di Facebook Live, l’amministratore per l’area europea, Nicola Mendelsohn, si è persino spinto nel dichiarare che entro 5 anni i video sostituiranno definitivamente i contenuti testuali sulla piattaforma social. “Il miglior modo per raccontare una storia ai tempi d’oggi è il video, fornisce molte informazioni in pochissimo tempo, con un coinvolgimento maggiore degli utenti”.

Non si direbbe proprio il formato ideale per gli scrittori, ma i video dal vivo possono comunque rivelarsi un potente strumento per raggiungere nuovi lettori, quelli più mobile addicted; tanto è vero che i bestseller degli ultimi anni sono stati firmati dalle star di Youtube, il cui target di pubblico non diresti mai interessato a sfogliare un libro carta.

Se usato con cognizione, il video, e in particolare lo streaming, può fare da amplificatore per l’uscita di un nuovo libro, una presentazione in libreria, un contest o una promozione a tempo.

Le migliori piattaforme di Live Video

tv-periscope-android_8-100x100 Periscope
E’ un’applicazione mobile che consente di trasmettere attraverso un account Twitter. I video di Periscope sono temporanei, possono essere visualizzati online solo per 24 ore dopo la diretta (come su Snapchat), ma vengono comunque salvati in automatico sul telefono. Lo streaming viene condiviso con i propri follower, con cui si può interagire tramite i pulsanti di risposta di Twitter.

107434_youtube_512x512 YouTube
Il live streaming di YouTube è ancora in versione beta, perciò è necessaria una verifica del proprio account prima che vi venga assegnato un url su cui trasmettere. Una volta che il canale è abilitato è possibile caricare video di eventi, hangout, e interagire con il pubblico tramite una chat dal vivo. Successivamente alla diretta i video vengono archiviati nella Gestione Video, dove possono essere editati e ricondivisi.

facebook_live_icon-2-128 Facebook Livestream
la nuova funzione di Facebook Live dà la possibilità di usufruire della Diretta video quando si posta dal proprio dispositivo mobile. E’ possibile rendere lo streaming pubblico, oppure, selezionare le liste di utenti che potranno accedere al feed video. La trasmissione sarà rintracciabile anche sulla mappa globale dei Live, amplificando la portata della trasmissione.

Consigli per una diretta video efficace

La durata ideale di un video dal vivo va dai 5 ai 20 minuti.
Assegnate al video un titolo accattivante, che dia il senso ai vostri seguaci di stare assistendo ad un evento esclusivo.
Assicuratevi di avvisarli con il dovuto anticipo su giorno e ora dell’evento, così che possano sintonizzarsi in tempo.
Utilizzate i tag per rendere il video rintracciabile in base al tema trattato.
Siate chiari su ciò che gli spettatori vedranno e presentatevi almeno un paio di volte durante la diretta, per coloro che si sintonizzeranno a metà trasmissione.
Considerate la possibilità di editare il video per renderlo disponibile dopo il live sul vostro sito web o canale video.

Go Live! Come promuovere un libro con i Video dal vivo ultima modifica: 2016-09-12T18:33:37+00:00 da Sonia Lombardo