L’idea è di Fabio Lalli, esperto di tecnologia e nuovi media, già fondatore del network sull’innovazione Indigeni Digitali. Da appassionato di crowdsourcing, quale si definisce, non poteva scrivere un libro che trattasse dell’impatto che Internet ha sulle nostre società e culture, senza ricorrere all’aiuto degli stessi utenti della Rete.

Nasce così il progetto Cultura Digitale: creare un ebook gratuito da distribuire on line e off line che raccolga le opinioni della gente sul termine Cultura Digitale.

Lo scopo è quello di sensibilizzare anche chi non è tecnologicamente avanzato “chi non ha dimestichezza con il digitale, chi vede internet ancora come un mezzo dal quale difendersi”

Secondo Fabio Lalli è importante soprattutto far capire le evoluzioni, i benefici, i valori ed il contributo che la rete può dare.

I luoghi digitali – blog, social network, forum, sistemi di instant messaging – dove si mette in atto un continuo scambio di informazioni e conoscenze, rappresentano anche i pochissimi mezzi a nostra disposizione attraverso cui sperimentare nuovi modelli di socialità.

Per questo è necessario superare, con il digital divide strumentale, anche l’ostacolo della mancanza di conoscenza di internet e farlo coinvolgendo tutti, perchè una cultura che sia digitale deve essere una cultura collettiva, diffusa, che abbia una spinta che parta da basso.

Le modalità di partecipazione sono semplici: bisogna autenticarsi tramite un account Facebook e rispondere alla domanda “Cos’è per te la Cultura Digitale?” con 3 aggettivi che secondo la vostra opinione si associano bene al termine.

I contributi raccolti fino al 1° Maggio 2011 costituiranno il contenuto dell’ebook e della Tag Cloud della cultura digitale.

Un e-book multi-autore per diffondere la cultura digitale ultima modifica: 2011-03-06T23:09:49+00:00 da Sonia Lombardo