Si moltiplicano gli eventi in programma per Book to the Future, l’area del Salone Internazionale del Libro interamente dedicata all’editoria digitale. Per la sua 3a edizione, infatti, il Padiglione 2 del Lingotto Fiere ospiterà oltre 40 eventi, alcuni dei quali promossi in collaborazione con il Digital Festival di Torino.

Un’unione di forze strategica, per indagare dove e come la cultura digitale possa migliorare la qualità della nostra vita, creare opportunità di lavoro e favorire lo sviluppo economico e sociale del territorio attraverso l’innovazione tecnologica. Il Digital for People, filone del festival espressamente dedicato al grande pubblico, si articola proprio nei giorni del Salone, con una serie di incontri quotidiani in Sala Book to the future, a cui si aggiungono laboratori e attività continuative all’interno dello spazio espositivo dedicato alla manifestazione.


Un’unione inaugurata lo scorso 10 maggio con la presentazione in anteprima di Social Books, primo esperimento di lettura condivisa e totalmente digitale del Salone del Libro che coinvolge lettori, autori, editori, studenti e insegnanti.

Ogni utente può inserire note e commenti agli ebook presenti in streaming su www.bookliners.com, condividere i propri contenuti con gli altri utenti o sui social network e interagire con le note altrui, contribuendo in tal modo ad arricchire il testo di partenza, senza intaccarne l’integrità.

Lo spirito “social”, di condivisione e interazione che caratterizza questa edizione di Book to the Future sarà alimentato anche da La mia Svizzera, una gara per i migliori corti letterari ideata e curata da Svizzera Turismo insieme a Hoepli, Swiss International Airlines e Montblanc.

Con l’iniziativa si propone a lettori, scrittori e appassionati della terra elvetica di postare su Facebook o twittare i propri “corti letterari” ispirandosi ad alcuni dei nomi di letterati, cantanti, scienziati, musicisti che in Svizzera hanno trovato la fonte delle proprie creazioni, come Georges Simenon, Mark Twain, Hugo Pratt.

Non mancheranno inoltre gli animatori della Rete, i blogger, anzi le blogger: quattro tra le più influenti – Noemi Cuffia, Mariachiara Montera, Valentina Stella e Irene Perino – che durante la manifestazione forniranno una visione “alternativa” del Salone sui loro blog, integrati e inglobati nel sito www.salonelibro.it.

Anche su Storiacontinua proveremo a fare la nostra parte seguendo in live tweet alcuni degli eventi tra i più interessanti:

Giovedì 16
40k Unofficial, l’editoria dal basso – Selfpublishing e una nuova maniera di fare HowTo tra blog ed editoria, con Ghezzi Marco.

Venerdì 17
La versione digitale aumentata di “In territorio nemico”, il romanzo con 115 autori – Come si progetta un romanzo digitale?

Partecipanti: eFFe, Magini Gregorio, Manchia Valentina, Robertazzi Arturo, Santoni Vanni.

Il diritto d’Autore per Self-Publisher e Blogger – Come orientarsi tra contratti, licenze e user generated content (UGT)

Partecipanti: Caldesi Valeri Clelia, eFFe, Giacomello Marco.

Book blog, editoria e lavoro culturale: cosa succede in Italia?

Partecipanti: eFFe, Forlani Francesco, Giacomello Marco, Liguori Gianluca, Raimo Christian.

Al XXVI Salone Internazionale il libro diventa “social” ultima modifica: 2013-05-16T11:51:34+00:00 da Sonia Lombardo