Cosa c’è in un nome? Ciò che chiamiamo rosa anche con un altro nome conserva sempre il suo profumo.

E chi non è d’accordo con le parole del Bardo?
C’è da chiedersi, però, se i protagonisti del suo dramma non si fossero chiamati Montecchi e Capuleti, avrebbe avuto la stessa fortuna?
Quale sarebbe stato l’esito di “Orgoglio e Pregiudizio” se avesse mantenuto il titolo originale di “Prima impressione”, o se “Lolita” fosse stato dato alle stampe con il titolo scelto da Nabokov, “Il regno del mare”?

Il titolo, insieme a copertina e sinossi, è determinante per la commercializzazione di un libro, oltre ad essere il primo strumento di vendita, rappresenta una scorciatoia per entrare in sintonia immediata con il lettore.
Il nome di un libro ne suggerisce i toni, il genere, l’ambientazione, pur non spiegando esplicitamente ciò di cui parla, anzi, lasciando appena qualche indizio sufficiente a stimolare la curiosità del lettore.

Prendete ad esempio “La ragazza del treno”, il titolo imposta immediatamente il tono del libro e indica una precisa ambientazione, ma lascia anche spazio ad alcune domande: chi è questa ragazza, perché è su un treno, che cosa le è successo?

Sarà la voglia di trovare una risposta a questi interrogativi ad incoraggiare il lettore all’acquisto del libro.

1+1 Esercizi e Strumenti

A volte il titolo giusto arriva come un fulmine a ciel sereno, magari anche prima di avere in mente tutta la storia. Altre volte, invece, bisogna lottare per dare il giusto nome alle cose. In linea di massima, se si riesce a spiegare il tema del proprio libro in una sola frase, allora, è probabile che si è ad un passo dal trovare il titolo più adatto.

Sebbene non sia sempre facile riassumere in poche parole un’idea, che vi ci è voluto un intero libro per spiegare, vale la pena di prendersi del tempo per svolgere questo esercizio, non solo per chiarire a voi stessi il messaggio che volete trasmettere, ma anche come vorreste che il pubblico reagisse.

Dovreste sempre chiedervi: voglio intrigare i miei lettori? Ispirarli? Regalare loro un sorriso o voglio completamente stravolgere le loro aspettative?

Uno strumento che potrebbe tornarvi utile in questa fase è Book Title Creator di Adazing.

Book Title Creator

Anche se non credete troppo nei software per l’elaborazione del linguaggio, questo vi spinge ad analizzare il vostro libro dal punto di vista dei lettori, estrapolandone tutti quegli elementi che per loro potrebbero essere più utili o di maggior attrattiva.

Elementi da prendere in considerazione per scegliere il titolo di un romanzo:

– il conflitto della storia;
– un tratto positivo del personaggio principale;
– un Tratto negativo del personaggio principale;
– l’obiettivo principale del protagonista;
– il luogo più importante dove si svolge la storia.

Elementi da prendere in considerazione per scegliere il titolo di un saggio:

– il vostro settore di nicchia;
– numero di passi o principi presentati nel libro;
– il beneficio principale offerto dal libro;
– l’effetto negativo che il libro elimina;
– qualcosa che rende difficile ottenere il beneficio desiderato.

Una volta estratti i punti salienti, ecco 15 modi in cui potrete combinarli per trovare il titolo più giusto per il vostro libro.

titoli per libri da scrivere

Come trovare il titolo ideale per un libro [Infografica] ultima modifica: 2016-12-12T20:07:13+00:00 da Sonia Lombardo