Per Search Engine Optimization si intendono “tutte quelle attività volte migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca al fine di migliorare o mantenere il posizionamento nelle pagine di risposta alle interrogazioni degli utenti del web” (Wikipedia).

L’ottimizzazione per i motori di ricerca è una tecnica utile anche per gli scrittori? Ad una prima analisi, giudicando il modo in cui i lettori trovano i libri, si direbbe di no.
I consumatori, quando si tratta di nuove letture, si lasciano guidare dai consigli di amici e parenti, dalle recensioni di esimi critici, da quanto è bella una copertina. Eppure, i motori di ricerca fanno parte ormai delle nostre vite, li consultiamo prima di prendere qualsiasi decisione, persino se è il caso di farsi visitare da un medico.

Allora, diventa necessario intercettare i bisogni che gli utenti esprimono attraverso i motori di ricerca, per utilizzarli a vantaggio della visibilità del proprio libro. In questo senso, fare SEO, per una scrittore significa legare il proprio nome ad uno specifico argomento, rispondere a un’esigenza.

Cosa cercano i lettori su Internet

Intercettare le intenzioni di ricerca degli utenti su Internet è più semplice di quanto credete, se avete scritto il vostro libro pensando ad un lettore ideale, ovvero, al tipo di persona che (per abitudini, provenienza, età, genere, estrazione sociale, ecc…) potrebbe essere più interessata alla vostra storia.

Vedi anche: Le Personas dietro ai personaggi: il marketing creativo che vi aiuta a trovare lettori

Dovete parlare con il loro stesso linguaggio. Se il vostro libro parla di Vampiri, provate a capire cosa si nasconde dietro le ricerche più ricorrenti su questo tema. Utilizzate Google suggest o Library Thing per ampliare la gamma degli argomenti correlati; oppure strumenti come Buzz Sumo per scoprire i siti di maggiore rilevanza dove sarebbe opportuno intervenire.

Google suggest book

Vedi anche: Basta che se ne parli? 3 strumenti gratuiti per monitorare un libro online

Questa è soltanto la prima fase della SEO, quella mirata ad intercettare ricerche generiche, non legate ad un determinato sito o prodotto. Ma una volta incuriosito, è molto probabile che un lettore passi a ricerche più specifiche, prima di un eventuale acquisto.

Sapete qual è la parola chiave maggiormente associata a libro?

….

Sì, esatto, RECENSIONE.

Ottenere visibilità per questo tipo di ricerca è difficile tanto quanto ottenere delle recensioni.

Vedi anche: Quanto sei bravo a vendere libri online? Scoprilo con un test

Esistono però altri tipi di query che potrebbe essere più utile intercettare, specie per un autore esordiente, e sono quelle utilizzate dai lettori dopo aver finito un libro.
Sarà capitato anche a voi: avete letto un romanzo che vi è piaciuto e andate su Google per cercarne altri simili, dello stesso genere o dello stesso autore.

Ecco le query più ricorrenti:

Cosa leggere dopo+Titolo
Quali libri sono come+Titolo
Libri simili a+Titolo
Libri come+Titolo

Autori simili a+Nome autore
Migliori libri su+Tema
Migliori romanzi ambientati a+Luogo
Miglior romanzo+Genere

Su questo fronte si aprono tanti spiragli per uno scrittore che intende migliorare il posizionamento del proprio libro sui motori di ricerca: articoli confronto, recensioni, interviste doppie, interviste ai personaggi, spin-off, gruppi di fan o siti web a tema in cui inserirsi, parole chiave strategiche da aggiungere alla pagina di vendita e ai meta-dati del libro, ecc…

Vedi anche: 8 consigli per vendere più libri attraverso le giuste parole chiave

SEO Emozionale

Esiste poi anche un altro tipo di SEO, che può essere fatta mentre il libro è in divenire, mirata ad intercettare, non le intenzioni di acquisto, bensì il sentimento del pubblico. Per farvi un esempio: chi cerca libri simili ad “After”, che tipo di emozioni si aspetta di provare? La vostra scrittura sta colpendo quelle stesse corde?

Vedi anche: Come scrivere il miglior libro possibile con Google Analytics

Le piattaforme per la scrittura seriale sono molto utili per esercitarvi a scrivere per un pubblico reale, se invece vi ispirate ad un autore in particolare potete utilizzare strumenti come Trajectory per analizzarne i libri in base al linguaggio.

Tajectory

Il sito, estraendo parole ricorrenti e struttura delle frasi, misura la complessità della storia, le interazioni tra i personaggi e tiene traccia anche dell’atmosfera che si respira in un romanzo, la qualità delle emozioni e l’intensità della trama.

Oltre a trovare libri correlati al vostro, per tema e parole chiave, credo ci sia molto da imparare anche sulla scrittura dedicando un po’ di tempo ad analizzare i grafici.

Migliorare il posizionamento di un libro sui motori di ricerca: più visibilità con la SEO emozionale ultima modifica: 2016-09-05T19:01:03+00:00 da Sonia Lombardo