Eccoci con Giuseppe Spezzano, fondatore di Bookolico, una piattaforma Web che consente agli autori di vendere e pubblicare in maniera del tutto indipendente le loro opere.

Anche a lui abbiamo posto le nostre 4 fatidiche domande sul Self-publishing.

bookolico_paginaprogetto

Come intendete voi il selfpublishing?

Per noi il self-publishing rappresenta il futuro dell’editoria. Non è più una pratica per pochi scrittori rifiutati da case editrici. Già oggi autori con un certo profilo abbandonano l’editoria tradizionale per gestire in maniera autonoma le proprie attività di scrittore. L’intero processo di pubblicazione viene smembrato e i diversi ruoli, un tempo ricoperti da figure interne alla casa editrice, vengono affidati in outsourcing a professionisti freelance. Oggi insomma, l’editoria tradizionale non è l’unica via per autori professionisti, ma sopratutto non è più un canale per scritti di bassa qualità.

Perché un autore dovrebbe decidere di affidarsi ai vostri servizi?

Il nostro sistema di pricing offre l’occasione di ottenere la massima distribuzione al giusto prezzo. Per ottenere il massimo dai propri scritti. Inoltre siamo totalmente gratuiti e in questa fase rilasciamo il 100% delle vendite del libro all’autore stesso. Siamo anche molto attivi online cercando di creare community intorno a questo nuovo modo di vivere l’editoria.

Quali sono nel dettaglio i servizi offerti agli scrittori?

    Conversione gratuita del documento;
    pubblicazione gratuita sul nostro marketplace;
    accredito delle royalty in tempo reale per ogni acquisto;
    report in tempo reale sugli acquisti di ogni opera;
    sistema di pricing e gamification in grado di informare sull’apprezzamento e l’andamento del libro;
    e presto tante altre novità…

Per noi è molto importante che gli autori siano distribuiti il più possibile, perché dal loro successo dipende anche il nostro! Noi non guadagniamo dai servizi editoriali offerti all’autore. Offriamo tutto gratuitamente o attraverso la community. Noi abbiamo successo se le opere vengono distribuite il più possibile e se gli autori hanno successo.

Come vi ponete rispetto al settore sempre più emergente del mobile?

La maggior parte delle opere pubblicate sul nostro portale sono leggibili su ogni tipo di dispositivo mobile. E’ molto importante per noi poter essere individuati da questo tipo di utenti. La nostra web-app ancora non è perfettamente ottimizzata ma ci stiamo dando da fare per implementare migliorie e aggiornamenti.

Bookolico, un nuovo modo di vivere l’editoria ultima modifica: 2013-03-18T14:13:03+00:00 da Sonia Lombardo