L’autrice di “Che minchione le formiche”, Cinzia di Mauro – già guest di Storia Continua con un articolo su come e perchè un aspirante scrittore dovrebbe iniziare a pubblicare online – torna a trovarci affidando alle pagine di Wiki-Racconti un’appassionante storia di lotta al terrorismo islamico.

“Dar al-harb” (la casa della guerra) racconta di un’operazione di intelligence per sgominare la Lega islamica di Baghdad ramificatasi in una Milano del futuro – anno 2029 – dove tutti sono costretti a portare sulla testa dei “deumidificatori a forma di casco.

Dall’incipit di Dar al-harb:

Ero tornato, finalmente, dopo un’assenza di due settimane da Milano.
Il sole era ancora alto, ma appena visibile dietro uno spesso strato di foschia verdastro.
Attraversai vecchi quartieri tagliati intorno a piccole piazze, utilizzate per accumularvi i rifiuti domestici e edili, prima degli smaltimenti. Gli edifici del XIX e XX secolo sembravano rosi da ratti giganteschi, che avevano messo a nudo i loro wireframe e li avevano avviluppati con una patina di bava grigia. Qualcuno di maggior prestigio era tenuto in piedi da esoscheletri o tensostrutture in crystal. Tutti gli altri erano in attesa di una lenta e inesorabile decadenza. I boulevard più grandi erano costeggiati da oloproiezioni di alberi, non più presenti in Europa da circa trent’anni. Sporadici passanti si incontravano lungo i marciapiedi e calzavano tutti dei deumidificatori, a forma di casco nero.

Vuoi scrivere anche tu per Wiki-Racconti? Scopri come fare.

“La casa della guerra” un wiki-racconto di Cinzia Di Mauro ultima modifica: 2010-11-18T21:46:01+00:00 da Sonia Lombardo